×

Controlli di Pasqua con 70mila uomini schierati per evitare che covid rialzi la testa

Controlli di Pasqua con 70mila uomini schierati nei punti chiave. L'obiettivo è evitare che i contagi crescano mentre la campagna vaccinale decolla

Controlli mirati con 70mila uomini

Controlli di Pasqua con 70mila uomini schierati a far rispettare i divieti, per il week end  in zona rossa il Viminale sceglie la linea dura e lo chiarisce in una nota. Lo scopo è quello di sorvegliare soprattutto i luoghi canonicamente legati alla mistica del periodo.

Lo fa applicando una stretta voluta dal governo per evitare che la curva dei contagi risalga rapidamente. Come?  Con il rischio assembramento in casa e fuori per festeggiare Pasqua e pasquetta. E per evitare questo richio servono forze dell’ordine, tante e dislocate nei punti chiave. “Bisogna far rispettare le misure di contenimento del contagio da Covid-19, con particolare riguardo a quelle riguardanti i divieti per gli spostamenti”. 

Controlli di Pasqua con 70mila uomini: la nota di Lamorgese

Ecco perché saranno 70mila le unità delle forze dell’ordine messe in campo tra oggi e lunedì per controllare il territorio e fermare gli eventuali trasgressori. Questo per garantire che la situazione epidemiologica non cambi (di nuovo) negativamente. Sono giorni cruciali in cui la curva ha appena iniziato a rallentare e nei quali e la campagna vaccinale sembra finalmente essersi avviata a crescere. “Verranno intensificati i controlli nelle aree urbane più esposte al rischio di assembramenti, nei parchi, sui litorali, sulle arterie stradali e autostradali, nelle stazioni, nei porti e negli aeroporti”. 

Riunione del Comitato e numeri totali

L’annuncio è a cura del Viminale dopo la riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza presieduta dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. A Roma i controlli verranno effettuati persino con i droni nei parchi. E dal Viminale ricordano che dall’inizio dell’emergenza covid sono sono state controllate 38.894.431 persone e 9.795.830 esercizi commerciali. Presenti al vertice, tenutosi il primo aprile in vista del weekend di Pasqua, c’erano i capi e comandanti di tutte le forze dell’ordine.

La ministra ha dettato le linee: “Quello di questo weekend dovrà essere un monitoraggio rigoroso ma equilibrato”. Ad aiutarla nell’applicazione di queste linee guida ci saranno le Prefetture.

Contents.media
Ultima ora