×

Covid, morto a 54 anni dopo il contagio: diceva che “i vaccini sono veleno”

Un uomo di 54 anni è morto in Texas dopo aver contratto il Covid sul posto di lavoro: non si era vaccinato perché convinto che "i vaccini sono veleno".

Covid morto 54 anni texas

Un uomo di 54 anni del Texas è morto dopo essere risultato positivo al Covid: convinto che “i vaccini fossero veleno” non si era immunizzato e la sorella sta ora condividendo la sua storia, risalente a giugno, per incoraggiare gli altri a sottoporsi alla vaccinazione. 

Covid: uomo morto a 54 anni 

Protagonista della vicenda è Alan Scott Lanoix, originario della Louisiana ma residente nello stato texano dove si era trasferito dopo l’uragano Katrina. La sorella ha riferito che “pensava che il vaccino fosse veleno e aveva paura di riceverlo“. Fino a quando l’uomo non è stato contagiato sul posto di lavoro e non ha trasmesso l’infezione anche al resto della sua famiglia. 

Dopo aver manifestato i primi sintomi, le sue condizioni si sono aggravate fino a costringerlo ad un ricovero durato 17 giorni tra cui alcuni in terapia intensiva.

I medici non sono però riusciti a salvarlo e l’uomo è deceduto il 9 giugno 2021. 

Covid, uomo morto a 54 anni: parla la sorella 

Ora la sorella di Alan, che lascia moglie e figli, sta condividendo la storia della morte di suo fratello per cercare di “salvare una vita” incoraggiando gli altri a farsi vaccinare: “I suoi bimbi hanno dovuto seppellire il padre il giorno del papà. Lui era una persona eccezionale e invito chiunque sia indeciso a fare il vaccino in memoria di mio fratello“. 

Lisa Adler, residente a Los Angeles, ha riferito di aver parlato l’ultima volta con suo fratello a maggio in occasione del compleanno: “Mi aveva detto che qualunque cosa fosse accaduta nella sua vita sarebbe stato felice perché amava la sua famiglia“. 

Contents.media
Ultima ora