×

Covid, Santina Zampieri morta a 42 anni dopo l’infezione: non era vaccinata

Santina Zampieri è morta a 42 anni dopo aver contratto il Covid: impiegata di Campolongo, non si era mai vaccinata contro il virus.

Santina Zampieri morta

Addio a Santina Zampieri, donna di 42 anni residente a Campolongo Maggiore (Venezia) morta dopo aver contratto il Covid. Secondo quanto emerso, non si era mai vaccinata contro l’infezione e non aveva alcuna patologia particolare alle spalle.

Santina Zampieri morta

Impiegata in un’azienda a Villatora di Saonara (Padova), la donna aveva contratto il virus a marzo insieme ad alcuni suoi familiari. Inizialmente non ha manifestato particolari sintomi, ma dopo un po’ di giorni il quadro si è aggravato e le sue condizioni sono in breve tempo peggiorate. Mentre infatti i suoi parenti si sono negativizzati, lei ha iniziato ad avvertire stanchezza e difficoltà respiratorie sempre più acute che hanno reso necessario un ricovero in ospedale a Dolo.

Rimasta nella struttura per alcuni giorni, i medici si sono accorti che il suo corpo non rispondeva alle cure e hanno optato per trasferirla in un altro hub. Purtroppo però non c’è stato nulla da fare: l’infezione aveva ormai intaccato pesantemente i polmoni e ogni tentativo di salvarla si è rivelato vano. Santina lascia la mamma Ida, i fratelli Giuseppe, Matteo e Giovanni e la sorella Mariella. I suoi funerali si terranno mercoledì 27 aprile alle 15.30 presso la chiesa di Campolongo.

Santina Zampieri morta: “Siamo sconvolti”

Il sindaco di Campolongo Mattia Gastaldi si è detto sconvolto per la prematura scomparsa della donna, definita “solare, sempre sorridente e molto conosciuta in paese anche perché attiva in parrocchia“. Anche l’ex primo cittadino ha espresso il suo cordoglio alla famiglia e raccontato di averla incontrata poche settimane prima della malattia: “Mi sembrava che stesse benissimo, ci siamo salutati e abbiamo scambiato due chiacchiere come sempre“.

Contents.media
Ultima ora