×

Covid trasmesso da un gatto, Capua: “Pericolo effetto domino nel mondo animale”

Scienziati thailandesi hanno certificato la trasmissione del Covid da un gatto ad una persona. Ilaria Capua ha commentato la notizia.

Ilaria Capua

La professoressa Ilaria Capua ha commentato le rivelazioni di alcuni scienziati thailandesi, che avrebbero certificato la trasmissione del Covid da un gatto ad una persona

Covid trasmesso da un gatto, Capua: “Non vi preoccupate”

Alcuni scienziati thailandesi, che hanno pubblicato lo studio su Emerging Infectious Diseas e sono stati rilanciati da Nature, hanno certificato il passaggio del virus da un gatto ad una veterinaria.

Nel mondo ci sono 220 milioni di gatti domestici, per cui l’evento sembra estremamente raro. La professoressa Ilaria Capua ha commentato la notizia sul Corriere. “Non vi preoccupate: è altamente improbabile che vi prenderete il Covid-19 dal gatto di casa. Non solo perché è un’evenienza molto rara, ma perché è stato un caso di reverse spillover: il gatto ha preso il virus dall’homo sapiens e lo ha ritrasmesso con uno starnuto.

Che i gatti potessero infettarsi lo sapevamo perché anche i grossi felini, sia tigri che leoni, hanno preso il virus. Chiaro che se un felino si infetta e vi è intensa replicazione virale in corso ti puoi prendere l’infezione, soprattutto se dorme sul tuo cuscino” ha spiegato l’esperta, sottolineando che questo virus infetta circa 50 specie di animali, ma che nella maggioranza dei casi è autolimitante e si estingue senza conseguenze.

Ilaria Caputa ha spiegato che lo hanno preso cani, ippopotami e criceti, ma non ci sono evidenze di un ritorno all’essere umano. “Preoccupa invece che cervi con il virus sono stati trovati in oltre venti stati americani. E almeno in un caso è stato accertato il successivo passaggio dal cervo all’uomo” ha precisato. 

Covid trasmesso da un gatto, Capua: “Pericolo effetto domino nel mondo animale”

Dobbiamo aspettarci che gli animali si infettino e dobbiamo stare attenti perché il problema è che se il virus si endemizza in una popolazione di animali, a quel punto si potrebbero selezionare virus antigenicamente diversi.

Come potrebbero tornare indietro? Non lo sappiamo, ma potrebbero anche essere più aggressivi. Ciò che deve preoccuparci è la magnitudo del fenomeno. Purtroppo non è finita. Il virus continua a girare — e questo lo stiamo vedendo — e il problema non è il gatto ma l’effetto domino che potrebbe crearsi nel regno animale” ha dichiarato Ilaria Capua, che ha sottolineato che bisogna cercarlo più efficientemente tra le popolazioni animali. 

Contents.media
Ultima ora