> > Venezia, la nave interrompe la Vogalonga: residenti indignati

Venezia, la nave interrompe la Vogalonga: residenti indignati

nave da crociera venezia

Il passaggio della nave ha indignato fortemente i presenti. Uno di loro ha detto: "E' un'offesa alla città di Venezia"

Solo pochi giorni prima una nave era andata a scontrarsi contro una banchina in zona San Basilio, ma la polemica sulla presenza delle grandi navi in laguna non accenna a placarsi. Domenica 9 giugno, nel bacino di San Marco era in programma la Vogalonga, una regata di imbarcazioni a remi molto sentita dai veneziani e non solo, ma il tutto è stato interrotto dal passeggio di una nave da crociera. Un residente ha ripreso tutta la scena con il suo telefonino, non riuscendo a trattenere l’indignazione: “E’ una mancanza di rispetto totale nei confronti della città di Venezia, che schifo” ha detto.

Su Facebook un utente ha invece postato una foto che ritrae l’imbarcazione da lontano, scrivendo: “Questa nave da crociera sta per incrociare il raduno della Vogalonga, migliaia di barche a remi che partono dal Bacino di San Marco. Un incrocio pericoloso e inopportuno bastava aspettare due ore per evitare la Vogalonga”.

Regata interrotta

Il gigante è transitato nella zona di San Marco, proprio mentre erano in corso le operazioni di partenza della regata, che sono state immediatamente interrotte per ragioni di sicurezza.

Le barche, nonostante il disguido, sono partite in orario, ma il passaggio è stato vissuto come una grande offesa nei confronti della città. La grande imbarcazione ha messo in difficoltà alcuni dei partecipanti, passando davvero a pochi centimetri da coloro che si stavano preparando alla regata. Nonostante ciò, però, non sono stati registrati gravi problemi.

La polemica sulle grandi navi

Il passaggio delle navi da crociera a Venezia crea da sempre grande polemica. I giganti del mare sono infatti pericolosi non solo per le piccole imbarcazioni che popolano la laguna ma anche per l’ambiente di una città così fragile. Il comitato No Grandi Navi organizza infatti numerose manifestazioni contro il passaggio delle navi da crociera, l’ultima delle quali proprio nel corso della settimana appena trascorsa.

Ad innescare nuovamente il dibattito è stato l’incidente che ha visto coinvolta la Msc Opera nella mattinata di domenica 2 giugno.