×

Coronavirus, sindaco di Pozzallo difende migranti: “Negativi ai test”

Condividi su Facebook

Il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna ha affermato che i migranti sbarcati domenica 23 febbraio non sono risultati positivi al coronavirus.

coronavirus-migranti-pozzallo

A seguito dello sbarco di 276 migranti nel porto della cittadina ragusana di Pozzallo, avvenuto lo scorso 23 febbraio tramite la nave Ocean Viking, il sindaco Roberto Ammatuna ha voluto pubblicare un video in cui prende le distanze dai timori che i migranti possano essere portatori del coronavirus: “Abbiamo messo in moto una già rodata ed efficiente macchina d’accoglienza, usando tutti gli accorgimenti che richiede la situazione attuale inerente al coronavirus.

Coronavirus, sindaco Pozzallo con i migranti

Nel filmato, il primo cittadino specifica come nonostante tre dei migranti soffrissero di febbre al momento dello sbarco a Pozzallo, nessuno di questi sia risultato positivo al coronavirus: “Sono sbarcati 276 migranti, tre di questi migranti riferivano febbre durante il trasporto in mare. Allo sbarco non c’era assolutamente nessuna linea di febbre e a livello precauzionale li abbiamo trasportati in ospedale. È stato subito eseguito un tampone per il coronavirus, ma il risultato è stato negativo.

Sempre il sindaco ritiene che l’ordinanza emessa nei confronti dei migranti, nel contesto delle misure disposte contro il coronavirus, costituisca: Un eccesso di scrupolo, perché ritengo che difficilmente questo genere di migranti possa essere affetto da questo tipo di virus”.

Ammatuna afferma infine di non essere d’accordo con la linea promossa dall’ex ministro degli Interni Matteo Salvini e dal presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci.

Le parole di Matteo Salvini

Poche ore dopo lo sbarco dei migranti di domenica 23 febbraio infatti, il leader della Lega aveva aspramente criticato il governo Conte per aver permesso lo sbarco dei migranti in piena emergenza coronavirus: “Il Viminale ha autorizzato lo sbarco in Sicilia di quasi 300 immigrati clandestini portati dalla solita nave Ong straniera. Nemmeno nella situazione di grave emergenza nazionale in corso il governo ritiene di dover chiudere i porti. Non ho parole”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
Mario

Non è detto. Ma stai zitto! (al sindaco) E’ fantastico, vi frega solo di continuare con l’import…


Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche