×

Benevento, ubriaco devasta Pronto Soccorso con un estintore

Benevento, un ragazzo di 25 anni, ubriaco, ha devastato il pronto soccorso Fatebenefratelli: arrestato.

benevento-pronto-soccorso-devastato
Benevento, pronto soccorso devastato da un giovane ubriaco

Follia a Benevento dove un giovane, ubriaco, ha devastato il Pronto Soccorso ‘Fatebenefratelli’. Un gesto che ha maggior rilevanza in un periodo pandemico a causa del coronavirus. A torso nudo e con i pantaloni abbassati ha danneggiato il pronto soccorso dell’ospedale brandendo un estintore.

Arrestato dai carabinieri un 25enne di origini tunisine. I militari sono intervenuti nella serata di mercoledì 15 aprile dopo una segnalazione dei sanitari. Sul posto, i carabinieri hanno trovato il 25enne con l’estintore in mano, con il quale aveva già danneggiato le suppellettili presenti nell’atrio di ingresso del nosocomio. Alla vista dei militari, l’uomo ha cercato di scappare lanciando l’estintore contro i carabinieri, ma è stato raggiunto e bloccato.

Benevento, Pronto Soccorso devastato

Il ragazzo di 25 anni, un tunisino residente a Marano (Napoli), da tempo senza fissa dimora a Benevento, è stato arrestato per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo quanto ricostruito, il 25enne si era già recato al pronto soccorso del Fatebenefratelli intorno alle 18.30 perché in preda a uno stato di alterazione alcoolico. A distanza di breve tempo è poi tornato allo stesso pronto soccorso e, preso un estintore, ha danneggiato il vetro di un’anta della porta scorrevole dell’ingresso della sala d’attesa del pre-triage, il vetro inferiore di una porta d’ingresso del pedonale e la finestra del triage.

Inoltre, come riportano le cronache locali, è stato danneggiato e scardinato anche il telaio delle due porte di ingresso. Il pm della procura di Benevento ha disposto che l’uomo, nel corso della notte, venisse trasferito in carcere. A causa dei danni materiali riportati il pronto soccorso della struttura ospedaliera ha dovuto sospendere le attività. Un danno gravissimo in un momento così delicato per l’intera comunità a causa del coronavirus.

Contents.media
Ultima ora