×

Fase 2, dal 4 maggio è possibile visitare amici e parenti?

La fase 2 - secondo alcune indiscrezioni - prevede la possibilità di spostarsi tra Comuni della stessa Regione: è possibile visitare amici e parenti?

fase 2 amcii parenti
fase 2 amcii parenti

Una domanda che molti si stanno ponendo: nella fase 2 – dal 4 maggio – è possibile visitare amici e parenti? Se dovremmo aspettare ancora molto per poter tornare ad abbracciarci e baciarci, forse non dovremmo privarci di una visita alle persone care.

In via di definizione al vaglio del governo, oltre al calendario delle riaperture della fase 2, c’è anche la possibilità di visitare amici e parenti. Pare – secondo indiscrezioni – che gli spostamenti tra Comuni a partire dal 4 maggio saranno consentiti fermo restando il divieto di rimanere nella propria Regione. Eventuali concessioni possono essere fatte per quei lavoratori costretti a spostarsi oltre i confini regionali o in casi di necessità e salute.

Fase 2, visitare amici e parenti

Il premier Conte ha incontrato i capi di delegazione Roberto Speranza, Dario Franceschini, Alfonso Bonafede, Teresa Bellanova e il commissario Domenico Arcuri. Sul tavolo dell’ennesima riunione il vaglio della fatidica fase 2.

pare che nonostante alcune novità possano arrivare già nel weekend, per il nuoco decreto occorrerà attendere la prossima settimana. Occorre infatti definire i distanziamenti sociali, le riaperture e tutte le misure di sicurezza volte al contenimento della diffusione dell’infezione.

Stando a qualche indiscrezione riportata sui quotidiani nazionali, però, pare che con l’avvio della fase 2 verrà dato il via libera – mantenendo tutte le precauzioni necessarie – alle visite ad amici e parenti.

Per quanto riguarda l’autocertificazione, rimarrà obbligatoria solo per gli spostamenti fuori Regione che dovranno essere comprovati da soli motivi di lavoro, salute o necessità.

Il piano del governo, precisa Conte, si applicherà a livello nazionale, ma resterà la libertà ai governatori di limitare le misure ed eventualmente proseguire il “lockdown di ritorno” ove necessario.

Contents.media
Ultima ora