×

Coronavirus, nonna incontra nipote neonata la prima volta

Condividi su Facebook

Non ha visto nascere la sua nipotina per il coronavirus. Finito il lockdown si è precipitata a conoscerla e l'emozione è stata tantissima.

coronavirus nonna

Il coronavirus ha impedito a nonna Misa di incontrare sua nipote neonata nata il 20. Dopo più di 2 mesi le due si sono viste ed è stata pura emozione.

Coronavirus, nonna incontra nipote

“Sveva, hai visto che la nonna è uscita dal telefonino?”, queste le parole del papà di una bimba nata a il 20 marzo che ha potuto vedere la sua nonna solo “dentro” il telefonino fino a quando non è finito il lockdown. La piccola, insieme a mamma, papà e due sorelline, di sei e due anni, vivono a Rovereto mentre la nonna si trova a Cassano d’Adda, in provincia di Milano.

“Sono venuta a vivere qui sette anni fa – racconta Paola, insegnante e figlia di – mia mamma era stata da noi a carnevale, pochi giorni dopo hanno chiuso tutto. Ha rischiato di dover restare qui che poi a me non sarebbe dispiaciuto anche se in Lombardia ha avuto il suo daffare coi figli dei miei fratelli, visto che lavoravano con le scuole chiuse”.

Appena è finito il lockdown e si è iniziato a viaggiare tra una regione e l’altra, la nonna si è messa in auto ed ha raggiunto la nipote per conoscerla.

Come ha raccontato la neomamma: “Si è commossa, era felicissima quando l’ha vista ma la piccola dormiva e mia mamma sa che i bimbi quando dormono non si toccano. Quando si è svegliata se l’è tenuta in braccio e, guardandole, ho pensato che la nonna ci voleva proprio”.

Il periodo buio

Durante tutto il periodo di quarantena la nonna dava conforto alla figlia che stava per partorire e, una volta nata Sveva, parlava con loro attraverso whatsapp: “Ci sentivamo più volte al giorno, anche perché era anche l’unica persona oltre i sei anni con cui potevo parlare e da parte sua è sempre arrivato un conforto. – ha spiegato la mamma di Sveva – Ho partorito alle 21 e al mattino dopo sono andata via dall’ospedale, non volevo starci un minuto in più, data la situazione.

Su whatsapp ma non è proprio la stessa cosa. Solo ora possiamo dire che, finalmente, si sono conosciute. Si fermerà qui per un po’, deve recuperare il tempo in cui non se l’è goduta”.

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Annalibera Di Martino

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.