×

Nuovo Dpcm, le ipotesi sulle restrizioni previste a partire dal 16 gennaio

Condividi su Facebook

Il governo è attualmente al lavoro per il nuovo Dpcm che entrerà in vigore il 16 gennaio, prevista la proroga del divieto di spostamento tra regioni.

Il governo è attualmente al lavoro per delineare i dettagli del nuovo Dpcm che entrerà in vigore il prossimo 16 gennaio. Tra le ipotesi messe sul tavolo c’è al momento la proroga fino al 31 gennaio del divieto di spostamento tra le regioni, così come anche il coprifuoco fissato dalle 22 alle 5 del mattino e la chiusura totale per cinema e teatri.

Molto probabile inoltre che bar e ristoranti all’interno delle zone gialle restino ancora costretti ad abbassare le saracinesche alle ore 18.

Nuovo Dpcm, le restrizioni di gennaio

Le decisioni dell’esecutivo si baseranno sulle raccomandazioni avanzate dagli scienziati, preoccupati dell’emergere di una potenziale terza ondata di contagi con la fine delle festività natalizie: “Si rammenta la necessità di mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone.

È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e rimanga a casa il più possibile. Si ricorda che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine”.

Nel frattempo, dovrebbe arrivare entro domani la decisione sull’abbassamento della soglia d’ingresso nelle fasce di rischio, il che potrebbe costare a molte regioni l’entrata nella zona arancione.

In base alle probabili nuove direttiva, la zona arancione scatterà con il superamento del valore 1 dell’indice Rt, mentre la zona rossa con il superamento di 1,25. Nella zona rossa resteranno vietati gli spostamenti se non per comprovate esigenze, anche se rimangono numerose le deroghe per diverse tipologie di attività commerciali. L’ordinanza del ministero della Salute dovrebbe essere firmata nella giornata dell’8 gennaio per poter entrare in vigore lunedì 11.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media