×

Covid, Ricciardi: “Tenere tutto chiuso, altrimenti arriva terza ondata”

Il consulente di Speranza invita il Governo a rinviare l'apertura delle scuole a metà gennaio

Walter Ricciardi
Walter Ricciardi

Walter Ricciardi teme che le riaperture parziali che ci saranno nella prima metà di gennaio possano far scoppiare la terza ondata Covid. Il consulente del ministero della Salute invita quindi il Governo alla massima prudenza. “I dati dicono che gli assembramenti ci sono ancora e che si prepara una terza ondata che potrebbe arrivare entro due settimane“, quando “avremo un aumento del contagio non banale”.

Covid, Ricciardi: “Presto terza ondata”

Stando al parere di Ricciardi, solo le chiusure prolungate “possono riportare la situazione sotto controllo”. “Si intravede un’evoluzione negativa della pandemia”, aggiunge. Infine, per quanto riguarda la riapertura delle scuole, dice: “Non ha senso e andrebbe rimandata almeno fino a metà gennaio. Come tutte le riaperture del resto”.

A inizio gennaio 2021, è però arrivata qualche buona notizia. Il numero delle persone che avrebbero ricevuto in Italia il vaccino contro il Covid 19 sarebbe di 67.461.

Questo dato è stato fornito dal Commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri. Il numero è aggiornato a sabato 2 alle 22.

La campagna vaccinale è iniziata domenica 27 dicembre 2020. Il piano per la distribuzione prevede che le dosi di vaccino arrivino in Italia tutte all’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma, per poi venire distribuite in 21 siti di riferimento dislocati nelle regioni. Secondo quanto ha affermato il Commissario straordinario Arcuri, nella prima settimana di gennaio dovrebbero arrivare altre 450 mila dosi che l’azienda porterà direttamente nei 300 punti somministrazione scelti con Regioni e Province Autonome senza passare per la Capitale.

Contents.media
Ultima ora