×

Toscana a rischio zona rossa: incidenza di 255 casi ogni 100 mila abitanti

Il rischio che la Toscana finisca in zona rossa si fa sempre più concreto: saranno decisivi i contagi dei prossimi due giorni.

Arezzo Prato Pistoia zona rossa
Arezzo Prato Pistoia zona rossa

La Toscana è a rischio zona rossa a partire da settimana prossima: stando ai dati aggiornati a lunedì 22 marzo l’incidenza settimanale di casi ogni 100 mila abitanti era pari a 255, cinque cifre oltre la soglia che fa scattare automaticamente il lockdown.

Il monitoraggio dell’ISS che determina i colori delle regioni tiene però conto della settimana che va dal venerdì al giovedì che precede il lavoro dei tecnici: saranno dunque decisivi i prossimi due giorni.

Toscana a rischio zona rossa

Nelle giornate comprese tra venerdì 19 e lunedì 22 marzo in Toscana ci sono stati 5.373 casi e per finire in rosso bisogna raggiungere almeno quota 9.310 nuovi contagi nella settimana.

Il che vuol dire che se il 23, il 24 e il 25 marzo si avranno in media 1.313 casi ogni 24 ore potrebbero scattare le disposizioni più restrittive. Un’ipotesi non così esclusa dato l’andamento dell’epidemia nella regione.

La Toscana da tempo ha istituito diverse zone rosse a livello locale per sperare in una discesa della curva, ma a livello regionale i nuovi casi sono sempre rimasti alti.

Nell’ultima settimana il territorio è passato da 8.531 a 9.374 casi, con un aumento di 843 unità (+9,8%). In sette giorni i ricoveri sono passati da 1.599 a 1.653. Le uniche zone che stanno assistendo ad un rallentamento sono quelle di Siena e di Massa-Carrara, dove l’incidenza è abbondantemente sotto i 250 casi settimanali per 100 mila abitanti.

Quanto a Firenze, a temere una zona rossa è lo stesso governatore Eugenio Giani. Intervenuto ai microfoni di Radio1 Rai si è così espresso: “Se c’è il rischio che finisca in zona rossa nei prossimi giorni? Indubbiamente siamo proprio al limite, vediamo cosa succede“.

Dalla zona rossa alla zona arancione

A cambiare colore a partire dalla settimana prossima potrebbero essere diverse regioni diventate rosse il 15 marzo che ora sperano di passare in arancione. Tra queste il Lazio, la Lombardia, la provincia di Trento e la provincia di Bolzano (rossa per disposizioni locali ma già arancione per l’ISS e il Ministero della Salute). L’indice di contagio sta infatti gradualmente diminuendo (Lazio 1.09, Lombardia 1.16, Trento 0.91) e se anche negli ospedali si registrassero meno accessi il passaggio in arancione potrebbe diventare concreto.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora