×

Deep Web: links da vedere

default featured image 3 1200x900 768x576

Il Deep Web è una parte del web nascosta e i siti che lo compongono non possono essere trovati con delle semplici ricerche in rete.

Prende sempre più piede, in televisione e sui giornali, il mondo del Deep Web. Una realtà che non tutti conoscono ancora bene e per questo c’è mola confusione intorno a questo mondo.

In realtà il Deep Web è una parte del web sommersa in cui vengono eseguite moltissime attività. Alcune purtroppo non sono legali, quindi occorre fare attenzione, altre molto più tranquille. In pratica si tratta di siti fantasma che non si trovano facendo delle normali ricerche sui motori di ricerca come Google. Infatti possono essere visitati solo utilizzando TOR, la rete di anonimizzazione. Ma di cosa si tratta? È un sistema di anonimizzazione gratuito che consente di tenere nascosto il proprio indirizzo IP.

Ma nasconde anche l’identità degli utenti in rete, rimbalzando la connessione fra vari pc diffusi in tutto il mondo. A differenza di quello che si può immaginare, è molto semplice da utilizzare

Come abbiamo già accennato prima, i siti che compongono il Deep Web non possono essere trovati attraverso delle semplici ricerche in rete. Questo significa che l’utente interessato deve avere dei punti di partenza alternativi. Solo così può sperare di trovare tutte le risorse nascoste di questo mondo nascosto.

A tal proposito menzioniamo alcuni links tra i più famosi. Cominciamo col ricordare quelli della Commissione Europea (http://6zwcopdx6y3z5mc5.onion/index_it.htm) e della Gazzetta Ufficiale (http://nlaglur4sh3gsr5d.onion/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:C:2003:273E:SOM:it:HTML).

Aggiornati più recentemente, Il Blog Di Leandro (http://6xukrlqedfabdjrb.onion/) e Italian Darknet Community (http://2qrdpvonwwqnic7j.onion/). Noti, anche perché semplici da usare, Arkiwi (http://o4h5pul4zhafndd6.onion/) e GnuPG (http://ic6au7wa3f6naxjq.onion/howtos/it/GPGMiniHowto.html#toc8).

Infine links aggiornati ultimamente sono Operation FreeKnowledge (http://oq2pviecmwp4smrj.onion/) e The Eye (http://lb62x7czr5sfs5ws.onion/). Ricordati, infine, che puoi anche accedere al sito Onion URL Repository, o a Torch, per ricercare links del Depp Web. Se visiterai questi siti, troverai sicuramente il meglio del Deep Web. Non dimenticare che per navigare nel Deep Web bisogna mantenere una condotta adeguata al contesto. In particolare è consigliato non utilizzare Google per effettuare ricerche.

Contents.media
Ultima ora