> > Donna uccisa a Bolzano, il marito di Alexandra Elena Mocanu ha confessato l'o...

Donna uccisa a Bolzano, il marito di Alexandra Elena Mocanu ha confessato l'omicidio

Donna uccisa a Bolzano

Donna uccisa a Bolzano, il marito di Alexandra Elena Mocanu avrebbe organizzato la fuga in Albania per poi costituirsi

Il marito di Alexandra Elena Mocanu, la donna di 35 anni trovata morta domenica, si è costituito e ha confessato l’omicidio della moglie. Avni Mecja si trova ora nel carcere di Bolzano.

Dopo un breve fuga, l’uomo ha deciso di costituirsi.

Dopo aver confessato il delitto, la squadra mobile della Questura di Bolzano ha disposto il fermo per omicidio volontario aggravato. Nelle prossime ore verrà eseguita l’autopsia sul corpo della vittima. Dopodiché, toccherà al Gip convalidare l’arresto. 

Mecja è uscito verso le 3 di questa notte dagli uffici della Procura in piazza Tribunale dopo un lungo interrogatorio. Secondo quanto riportato, potrebbe aver ucciso la compagna nella serata di sabato a seguito di una lite con la moglie dopo che era rientrata dal lavoro.

La donna lavorava al Top Bar del Centro Commerciale Centrum di Bolzano. 

Il corpo di Alexandra Elena Mocanu è stato ritrovato solo nel pomeriggio di domenica dai vigili del fuoco e dalla Squadra mobile della Questura bolzanina nell’appartamento 82 al quinto piano del civico 42 di Viale Trieste. La lite tra i coniugi si sarebbe svolta intorno alle 21,30 secondo quanto indicato dalle testimonianze dei vicini di casa. 

Alexandra Elena aveva denunciato già nel 2019 e 2020 il marito per maltrattamenti.

L’uomo era stato posto agli arresti domiciliari con il divieto di avvicinamento alla donna. La moglie lo aveva raggiunto successivamente a Bolzano. 

Donna uccisa a Bolzano: il marito tenta la fuga

Dopo aver ucciso la moglie, Avni Mecja avrebbe organizzato la fuga in Albania. Domenica mattina è partito da Bolzano con l’autovettura della moglie, una Ford Focus, per l’aeroporto di Treviso. Lì sarebbe salito su un aereo per l’Albania. L’uomo però avrebbe successivamente deciso di consegnarsi alle autorità. 

LEGGI ANCHE: