×

Ecco il nuovo play Mathis è biancorosso

default featured image 3 1200x900 768x576

Americano con passaporto italiano, arriva da Udine.

DONTE MATHIS è il nuovo play della Giorgio Tesi Group. Americano di nascita ma di passaporto italiano, Mathis, classe ’77, è un giocatore esperto che conosce molto bene il nostro campionato visto che è in Italia dal 2003 dove ha giocato con le maglie di Ragusa, Novara, Pesaro, Imola, Casale Monferrato e Udine.

MathisDonte 150x150
A lui Paolo Moretti affiderà le chiavi della squadra.

“Mathis — dice il tecnico biancorosso — era in cima alla nostra lista e siamo contenti che alla fine sia arrivato. Mathis, insieme a Toppo, sarà la nostra colonna portante e a lui affiderò le chiavi della squadra.

E’ un giocatore esperto con tanti anni di serie A alle spalle e quindi profondo conoscitore del nostro campionato. Arrivato in Italia come giocatore di rottura, capace di attaccare il canestro, nel corso degli anni ha saputo evolversi fino a diventare un vero e proprio play”.

Dopo la riconferma del capitano biancorosso Fiorello Toppo è arrivato il primo vero colpo di mercato, ancora una volta chiuso in breve tempo.

“Mathis — afferma il diesse della Giorgio Tesi Group, Giulio Iozzelli — è il giocatore che voleva Moretti, un giocatore esperto, di rendimento e che conosce bene il nostro campionato”.

IL TASSELLO del play è andato a posto adesso lo scenario si fa più chiaro e le prossime mosse riguarderanno la sistemazione del reparto esterni in primis quella della guardia che con tutta probabilità sarà americana, come americano sarà l’altro esterno.

“Intanto abbiamo coperto un ruolo importante come quello del play — dice Moretti — e, contando anche la riconferma di Toppo, abbiamo impegnato in gran parte del nostro budget. Dovremo fare scelte coraggiose che in questi anni ci hanno premiato, ma che inevitabilmente comportano dei rischi.

Un americano sarà sicuramente un rookie o un giocatore con motivazioni e in cerca di riscatto. La priorità è trovare una guardia che sia in grado di giocare anche come play in modo che Saccaggi possa avere spazio senza però dover aver troppe pressioni addosso. Una volta andato a posto anche questo tassello vedremo in quale ruolo inserire il comunitario e gli altri italiani”.

“L’IDEA — afferma Iozzelli — è quella di trovare gli americani nei ruoli di esterno e, in modo particolare, un play-guardia in grado di dare una mano a Mathis e aiutare Saccaggi. Diciamo che questo è il nostro prossimo obiettivo”. Una batteria di esterni tutta a stelle e strisce e un lungo comunitario da affiancare a Fiorello Toppo, saranno queste le prossime mosse di mercato della Giorgio Tesi Group. Scelte che rappresentano dei rischi o, se vogliamo, delle scommesse da vincere. Pistoia, fino ad ora, non ne ha mai persa una.

Fonte: La Nazione – Maurizio Innocenti

Contents.media
Ultima ora