×

Elisabetta Canalis, Vite da copertina non decolla: chiuso in anticipo

Elisabetta Canalis, Vite da copertina non decolla: il programma di Tv8 chiuso in anticipo.

Elisabetta Canalis Vite da copertina

Il programma Vite da copertina è destinato a finire nell’oblio. Gli ascolti non sono per nulla soddisfacenti e la conduttrice Elisabetta Canalis si ritrova a casa dall’oggi al domani. Il format, infatti, è stato chiuso in anticipo. 

Elisabetta Canalis: Vite da copertina non decolla

A nulla sono valsi i cambi di guardia di Vite da copertina: il programma non decolla neanche con la conduzione di Elisabetta Canalis. L’ultima puntata del format di Tv8 è andata in scena venerdì 18 febbraio e, come fa notare Davide Maggio, è stata seguita da poco più di 70mila spettatori, pari all’1.2% di share. Pertanto, Vite da copertina si è congedato dal grande pubblico senza alcun annuncio in merito, così come se nulla fosse.

Chiuso in anticipo, senza baci e ringraziamenti finali da parte della bella Elisabetta. 

Cosa farà Elisabetta Canalis?

Adesso i fan si pongono una grande domanda: cosa farà Elisabetta Canalis? Considerando che l’ex velina di Striscia la Notizia aveva accettato di tornare in Italia appositamente per il programma, è lecito pensare che sia già tornata in America dal marito e dalla figlia. E’ bene sottolineare, però, che la showgirl ha più volte ammesso di avere un desiderio: tornare a vivere nella sua amata Terra con tutta la famiglia.

Starà programmando il trasferimento? Non possiamo saperlo. Per quel che riguarda la chiusura anticipata di Vite da copertina, al momento, è bene sottolinearlo, né la conduttrice e né tantomeno la Rete hanno rilasciato comunicazioni ufficiali. 

Le edizioni precedenti di Vita da copertina

Il flop di Vite da copertina si può attribuire alla Canalis? Se dovessimo basarci sulle edizioni precedenti, la risposta sarebbe senz’altro negativa. Il programma, infatti, è stato una delusione anche con la conduzione di Alda D’Eusanio, Giovanni Ciacci, Elenoire Casalegno e Rosanna Cancellieri.

Pertanto, è normale pensare che non sia il presentatore ad essere sbagliato, ma il format in sé. 

Contents.media
Ultima ora