×

Elodie contro il Vaticano per il DDL Zan: “Menomale che i miei non mi hanno battezzata”

Elodie si è scagliata contro il Vaticano, che nelle ultime ore ha chiesto allo Stato Italiano la modifica del DDL Zan perché violerebbe il Concordato.

Elodie

Come Fedez e altri personaggi del mondo dello spettacolo anche Elodie si è scagliata via social contro la segreteria Vaticana, che ha chiesto allo stato Italiano di modificare il DDL Zan perché “violerebbe l’accordo di revisione del Concordato”.

Elodie contro il Vaticano

Dopo Fedez e Paola Turci anche Elodie si è schierata apertamente contro il Vaticano, che nelle ultime ore ha chiesto – attraverso apposita Segreteria – la modifica del DDL Zan, che violerebbe l’accordo di revisione del Concordato tra Stato e Chiesa. “Oggi un ringraziamento speciale va ai miei genitori che non mi hanno battezzata. Grazie”, ha scritto via social Elodie commentando la vicenda. Già nei mesi scorsi Elodie aveva espresso il suo parere in merito alla questione lasciando intendere di non essere assolutamente d’accordo col Vaticano.

“Per fortuna la gente continuerà ad amarsi pur non avendo la ‘benedizione’ del Vaticano”, aveva dichiarato in merito alle unioni civili e a quanto affermato dallo stato vaticano.

Elodie, Fedez e gli altri

Da mesi molti artisti si sono mostrati in sostegno del DDL Zan, e tra questi oltre a Elodie vi sono certamente Paola Turci e anche Fedez. Il rapper marito di Chiara Ferragni, come Elodie, ha espresso via socail il suo sostegno verso il DDL Zan sfogandosi contro quando richiesto dalla Segreteria Vaticana: 

“Se non avete letto l’ultima di oggi, ve la riassumo io.

Il Vaticano ha detto all’Italia, che se convalidate il DDL Zan, state violando il concordato tra Vaticano e Italia. Ma chi c…o ha concordato il concordato? Ma non avevamo concordato amici del Vaticano, che ci davate delle tasse arretrate sugli immobili? Stimati dall’Unione Europea in cinque miliardi? Magari dateci quei soldi che facciamo ripartire il paese, e poi venite a rompere le palle sulle leggi italiane. No?”

Elodie, il Vaticano e la polemica

La richiesta avanzata dalla Segreteria Vaticana è stata definita da alcuni giornali “senza precedenti” e al momento in rete la vicenda sta sollevando un gran polverone. Già nei mesi scorsi il DDL Zan è balzato alle cronache per l’ostruzionismo perpetrato da alcuni esponenti della Lega, come il senatore Pillon, che fin da subito si era detto contrario al disegno di legge. In tanti sui social si sono schierati a favore del DDL, compresi molti vip dello spettacolo italiano.

Contents.media
Ultima ora