Esplosione Stoccolma: un morto e un ferito
Esplosione a Stoccolma: un morto e un ferito
Esteri

Esplosione a Stoccolma: un morto e un ferito

Esplosione a Stoccolma
Esplosione a Stoccolma: un morto e un ferito

Esplosione a Stoccolma: un morto e un ferito. La polizia svedese sta indagando sull'accaduto; esclusa al momento la pista terroristica

Esplosione a Stoccolma nel pomeriggio. Coinvolte nell’incidente due persone, una delle quali è morta dopo essere stata trasportata in Ospedale. Secondo i primi dati che arrivano dalla polizia svedese l’esplosione sarebbe avvenuta nei pressi di una stazione della metropolitana. La polizia sta indagando sull’accaduto, ma al momento sembra che l’esplosione non sia riconducibile al fenomeno del terrorismo, anche se le cause non sono chiare. Le due persone coinvolte sono un uomo e una donna: il primo è deceduto, mentre la seconda ha riportato ferite al volto e in altre parti del corpo ma le sue condizioni non sono gravi.

Esplosione a Stoccolma: un morto

Un morto a Stoccolma per l’esplosione di un ordigno che si trovava nei pressi della stazione di Varby Gard, nella periferia della città. Sull’accaduto sta indagando la polizia svedese che, appena scattato l’allarme, è intervenuta sul posto isolando la stazione e la piazza antistante. Al lavoro anche il reparto degli artificieri che stanno cercando di capire quello che è successo e la composizione dell’ordigno esploso.

Nell’esplosione sono state coinvolte due persone: un uomo di sessant’anni, che ha raccolto l’oggetto – poi esploso – da terra, e una donna di 45 anni. Immediati i soccorsi: i due feriti sono stati prontamente trasportati all’Ospedale più vicino.

Per il 60enne non c’è stato nulla da fare. Le ferite riportate nell’esplosione dell’ordigno erano troppo gravi e, nonostante l’immediato trasferimento in Ospedale, l’uomo è deceduto. Agli uomini del soccorso le condizioni dell’uomo sono parse immediatamente molto critiche. Sul posto la polizia svedese, che sta portando avanti le indagini, ha raccolto le testimonianza di alcuni passanti che hanno affermato di aver visto l’uomo raccogliere un oggetto da terra. Sarebbe stato proprio questo ad esplodere in mano all’uomo, coinvolgendolo in una deflagrazione che non gli ha lasciato scampo. La donna che era con lui, una 45enne, ha riportato alcune ferite al viso ma non è in pericolo di vita.

Nessuna pista terroristica

Gli artificieri stanno indagando per capire il materiale esplosivo contenuto nell’oggetto, che l’uomo svedese ha raccolto da terra.

Per ora, il portavoce della polizia ha solo affermato che la potenza dell’esplosione è stata “abbastanza forte da portare la coppia in Ospedale“. L’uomo, un 60enne svedese, è deceduto per le gravi ferite riportate nella deflagrazione dell’ordigno. La donna, una 45enne, ha invece riportato ferite al volto, ma le sue condizioni non sono gravi e non è in pericolo di vita.

L’uomo, dalle ricostruzioni delle testimonianze dei passanti, ha raccolto un oggetto da terra e questo gli è esploso tra le mani. Alcuni quotidiani svedesi parlano di una granata, ma la polizia non conferma e non smentisce. “I tecnici sono al lavoro – comunica la stessa polizia svedese in una nota ufficiale – e niente fa pensare che la coppia fosse un obiettivo“. Al momento si esclude anche la pista terroristica, per la quale non ci sarebbero elementi riconducibili al terrorismo di matrice islamica.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche