×

Le persone dell’anno secondo il Time degli ultimi vent’anni

Condividi su Facebook

Da Jeff Bezon a Greta Thunberg: tutte le persone dell'anno scelte dal Time dal 1999 a oggi.

persone dell'anno time
persone dell'anno time

Il giornale americano Time ogni anno elegge quella che ritiene sia stata, nel bene o nel male, la persona più influente dell’anno corrente. Le figure di spicco nominate sono di ogni tipo, ma sono tutte accomunate dalla loro influenza nel corso della storia mondiale.

Persone dell’anno secondo il Time

La qualifica di “persone dell’anno” (nota precedentemente come “uomo dell’anno”) viene attribuita, ogni dicembre, dal celebre magazine statunitense a personaggi di spicco che si sono contraddistinti “nel bene e nel male” durante i dodici mesi precedenti. Negli ultimi decenni, il Time ha scelto non solo persone singole ma anche gruppi e movimenti.

Dal 1999 al 2004

Nel 1999 il Time elesse Jeff Bezos come persona dell’anno. Fondatore di Amazon, è oggi l’uomo più ricco del mondo.

Nel 2000 la nomination andò a George Bush, dopo la vittoria contro Al Gore alle elezioni come presidente americano e le indagini per brogli elettorali nello stato della Florida.

Al presidente americano venne conferita anche una seconda copertina nel 2004, in occasione della sua rielezione.

Nel 2001 venne eletto Rudolph Giuliani, politico americano e allora sindaco di New York. Anno tragico nella storia della città a causa dell’attentato delle Torri Gemelle, Giuliani venne considerato l’icona della risposta all’attacco subito.

Al termine del 2002 la copertina del Time venne conferita ai whistleblowers – Cynthia Cooper, Coleen Rowley e Sherron Watkins – grazie ai quali si riuscì a ottenere le informazioni necessarie per smascherare le irregolarità di WorldCon, Fbi ed Econ.

Nel 2003 il Time elesse i soldati americani al fronte, con una particolare attenzione ai militari stanziati sul territorio dell’Iraq.


Dal 2005 al 2009

Nel 2005 i “Buoni Samaritani” – ovvero Bono e i coniugi Gates – finirono sulla prima pagina del giornale.

A loro venne riconosciuto l’impegno costante per la loro attività umanitaria e filantropica.

Con l’espansione della rete, nel 2006 venne nominato “You“, una generica figura sconosciuta, identificata in chiunque creasse contenuti online da condividere con il resto del mondo.

Nel 2007 Vladimir Putin apparve sulla prima pagina del Time, anno in cui terminava il suo secondo mandato da presidente e si stava preparando per diventare Primo Ministro della Russia.

Il 2008 fu l’anno di Obama, in occasione della sua elezione negli Stati Uniti come primo presidente afroamericano. Nel 2012 apparì nuovamente sulla copertina del Time in seguito alla sua rielezione, sconfiggendo il candidato repubblicano Mitt Romney.

Dal 2009 al 2013

Il 2009 vide come protagonista Ben Bernanke, presidente della Federal Reserve americana, nell’anno in cui gli Stati Uniti piombarono nel pieno della crisi economica.

Con l’avvento dei social network, Mark Zuckerberg ottenne la nomination a persona dell’anno nel 2010, grazie alla sua fondazione e presidenza della società di Facebook.

Nel 2011 apparve sulla prima pagina del Time il “Manifestante“, civile sconosciuto e identificato con la stagione della Primavera Araba, periodo di grandi rivoluzioni in particolare nel Nord-Africa.

Il 2013 vide come persona dell’anno del Time Papa Francesco, eletto pontefice dopo il ritiro dalla Santa Sede di Papa Benedetto XVI.

Dal 2014 al 2019

Nel 2014 e 2015 i vincitori furono gli “Ebola fighters” e Angela Merkel, rispettivamente per il loro impegno umanitario e per la gestione della crisi greca.

Il 2016 fu l’anno di Donald Trump, eletto inaspettatamente presidente degli Stati Uniti e divenuto famoso nel mondo per le numerose controversie create dalle sue opinioni.

Fenomeno ancora in corso, il MeToo e le donne che lo compongono vengono elette nel 2017 per la loro influenza sulla società.

Nel 2018 apparvero in prima pagine i “Guardians“, i giornalisti.

In particolare vennero citati Jamal Khashoggi, il reporter saudita ucciso a Instanbul e Maria Ressa, la giornalista filippina perseguitata per la sua attività.

Infine, nel 2019 ormai al termine il Time riconosce come persona dell’anno Greta Thunberg, ragazza svedese famosa per il suo impegno nella lotta al cambiamento climatico.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche