×

Australia, frontiere chiuse fino al 17 giugno: fermare le varianti

L'Australia ha deciso di prolungare la chiusura delle frontiere fino al 17 giugno per limitare il più possibile l'ingresso delle nuove varianti.

Greg Hunt
Greg Hunt

La situazione Covid sta preoccupando il mondo intero. L’arrivo di queste nuove varianti fa scattare l’allarme di una possibile terza ondata, con la paura che i vaccini non siano così efficaci contro tutte queste mutazioni. L’Australia, per limitare le conseguenze, ha prolungato la chiusura dei confini fino al 17 giugno.

Frontiere chiuse in Australia

Il governo australiano ha preso una decisione importante, dovuta alla circolazione sempre più alta delle varianti del Coronavirus. Il Paese ha deciso di prolungare la chiusura dei confini internazionali fino al 17 giugno, per il momento, così da evitare di importare dall’estero le nuove varianti del Covid, che sono più contagiose. In questo modo ci sono 40mila australiani bloccati fuori dal Paese, che non potranno ancora rimpatriare.

Ad annunciare il prolungamento del provvedimento è stato Greg Hunt, ministro della Salute. Questa decisione porta a 15 mesi la durata del periodo in cui i confini dell’Australia sono rimasti completamente chiusi al resto del mondo, impedendo anche ai propri cittadini di abbandonare il paese oppure di rientrare.

Il “periodo di emergenza di biosicurezza umana“, che è stato imposto il 17 marzo 2020, è stato esteso “per assicurare che il governo australiano abbia i poteri per prendere ogni necessaria misura, per continuare a prevenire e controllare il Covid-19“.

Sono queste le parole del ministro della Salute Greg Hunt, durante l’annuncio. L’estensione è stata presa dopo il consiglio medico ed epidemiologico fornito dal Comitato australiano di protezione della salute e dall’Ufficiale medico capo federale, come ha spiegato il ministro. La misura di estensione stabilisce che il sistema di quarantena in hotel continuerà fino ad almeno la metà di quest’anno, con la possibilità di una nuova estensione per tutto il 2021.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora