> > GF Vip, il consiglio di Attilio ad Antonella fa infuriare i Donnalisi

GF Vip, il consiglio di Attilio ad Antonella fa infuriare i Donnalisi

GF Vip Attilio Antonella

GF Vip: il consiglio di Attilio Romita ad Antonella Fiordelisi fa infuriare i fan dei Donnalisi.

Dopo che è tornato nella casa del GF Vip, Attilio Romita ha attirato su di sé l’antipatia dei fan dei Donnalisi.

L’ex mezzo busto del Tg ha dato un consiglio ad Antonella Fiordelisi e i seguaci non l’hanno apprezzato per niente.

GF Vip: il consiglio di Attilio ad Antonella

Fin dai primi giorni al GF Vip, Attilio Romita e Antonella Fiordelisi hanno stretto un bellissimo rapporto. Nelle ultime ore, però, si sono lasciati andare ad un discorso che non è affatto piaciuto ai fan dei Donnalisi. L’ex mezzo busto del Tg ha dato dei consigli alla compagna d’avventura, legati soprattutto all’immagine che lei sta dando di sé.

Attilio, in soldoni, crede che la love story con Edoardo Donnamaria la stia penalizzando.

GF Vip, Attilio: Antonella penalizzata da Edoardo

Davanti al discorso di Attilio, Antonella ha sottolineato: “Una personalità come la mia non c’è“. Romita, d’accordo con lei, ha ribadito: “No, tu sei diventata protagonista“. L’ex schemitrice, a questo punto, ha fatto una specie di discorso tra sé e sé:

“Quindi tu dici ‘se vai a cambiarti troppo sei un’altra persona’, però magari apprezzano anche quest’altra persona”.

Il consiglio di Attilio è chiaro:

“Pensaci un attimo. Siccome tu ti devi giocare una partita da qua a quattro mesi, no? L’obiettivo è quello… cercare di capire bene, anche a uso e consumo di un pubblico un po’ guardone, come gestire…”.

La posizione di Antonella

Insomma, Attilio e Antonella sono preoccupati di arrivare fino alla fine del GF Vip e credono che sia meglio gestire la propria immagine a “uso e consumo di un pubblico guardone“.

La Fiordelisi ha concluso:

“Il mio problema è proprio questo. È che io non vado mai a pensare cosa fare fuori per il pubblico. Io sono proprio così. Te lo giuro. Non ho mai pensato di fare una cosa per, anzi io dovrei pensare…”.