> > Gianmarco Murgia i risultati dell'autopsia

Gianmarco Murgia i risultati dell'autopsia

Gianmarco Murgia i risultati dell'autopsia

L'autopsia esclude ufficialmente il trauma cranico, ma rimane il mistero della barca scomparsa

Padre e figlia erano usciti per quella che doveva essere una semplice immersione di pesca, ma l’uomo di 64 anni e la giovane donna di 34 non sono più riemersi.

Succede nel mare di SanìAntiaco in Sardegna, i due corpi sono stati ritrovati senza vita sulla spiaggia lunedì 17. A scoprire i corpi le forze dell’ordine, ma del motoscafo sul quale erano usciti i due, nessuna tracccia. 

Il verdetto dell’autopsia: Gianmarco è morto annegato

I possibili segni di trauma cranico sull’uomo, Gianmarco Murgia, hanno fatto pensare gli inquirenti a nuove possibilità compreso l’incidente, ma l’autopsia ha permesso di scartare quest’ipotesi: l’uomo è morto affogato.

 

Per fare chiarezza su quanto avvenuto bisogna a questo punto trovare per forza di cose la barca, la cui scomparsa non ci si spiega: il giorno dell’incidente le condizioni del mare erano buone, e la barca avrebbe dunque dovuto seguire più o meno il percorso fatto dai due corpi verso riva, invece nulla. 

Morena, moglie e madre delle due vittime ha dichiarato di non cercare un colpevole, ma la verità: “Mia figlia e mio marito sono morti in un modo assurdo e noi chiediamo che ogni pista venga battuta, anche quella che può sembrare meno probabile”. 

Una ricostruzione possibile a quanto detto dal medico legale, sarebbe che Gianmarco si sia sentito male cadendo in acqua, e che la figlia Valentina abbia tentato di soccorrerlo.

Tutto è ancora in dubbio, per avere certezze su quanto avvenuto va ritrovata la barca in questione, anche perché entrambe le vittime erano navigatori esperti e conoscevano quel tratto di mare, perciò qualcosa deve essere successo.