Gnocchi alla romana: ricetta e tempi di preparazione
Lifestyle

Gnocchi alla romana: ricetta e tempi di preparazione

Gnocchi alla romana
Gnocchi alla romana ricetta e tempi di preparazione

Ricetta tipica del Lazio, gli gnocchi alla romana sono uno dei primi piatti più buoni e interessanti che possiamo trovare in tutta la penisola.

Ricetta tipica del Lazio, gli gnocchi alla romana sono uno dei primi piatti più buoni e interessanti che possiamo trovare in tutta la penisola. Come dice il vecchio proverbio romano “Giovedì gnocchi, Venerdì pesce (o anche “ceci e baccalà”), Sabato trippa”. Infatti in tutte le osterie tipiche di Roma, gli gnocchi alla romana sono considerati per storia il piatto del Giovedì. Oggi ne vederemo tutti i dettagli, tra cui la ricetta, gli ingredienti, la loro amalgama con un’altra eccellenza del territorio e il tempo di preparazione. Pronti a farvi venire l’acquolina in bocca al solo sentire un ipotetico profumo?

GNOCCHI ALLA ROMANA: DESCRIZIONE

Gli gnocchi alla romana sono tipici della tradizione laziale contadina. Questo primo è la dimostrazione perfetta del fatto che dalle cose semplici possano nascere piatti davvero speciali. Come ogni ricetta tradizionale, ha tante piccole varianti che sono legate alle tradizioni familiari che la accompagnano. C’è chi, per esempio, aggiunge le uova, chi insaporisce con la salvia, chi dona un tocco in più con la noce moscata.

Ma per essere impeccabili, gli gnocchi alla romana devono assolutamente essere morbidi all’interno e con una piacevole crosta croccante in superficie.

Questa si ottiene spolverandoli abbondantemente prima della cottura con del formaggio grattugiato, in particolar modo con una generosa dose di Grana Padano. Serviteli appena tolti dalla cottura e sulla vostra tavola sarà subito festa!

GNOCCHI ALLA ROMANA: INGREDIENTI

250 g di semolino
120 g di burro
1 lt di latte
120 g di Grana Padano Oltre 16 mesi
7 g di sale
Noce moscata q.b.

GNOCCHI ALLA ROMANA: PROCEDIMENTO

Prendete 40 g di burro e fatelo sciogliere in una casseruola dal fondo spesso. Aggiungete ora il latte, il sale e una abbondante grattugiata di noce moscata. Poco prima che il tutto giunga a bollore (ovvero quando la superficie inizia a muoversi) versate a pioggia il semolino, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno o una frusta in maniera tale da evitare che si creino grumi.

Continuate a mescolare e fate cuocere il composto a fuoco basso per almeno altri venti minuti, finché non si sarà addensato. Spegnete i fuochi, aggiungete 60 grammi di Grana Padano e mescolate nuovamente il tutto.

Poi rovesciate il semolino su un piano leggermente inumidito o una placca da forno e stendete l’impasto aiutandovi con una spatola oppure con i palmi delle mani, fino a ottenere uno spessore piuttosto omogeneo e consistente di 3-4 millimetri.

Lasciate riposare per almeno mezz’ora; poi, con un coppa-pasta ricavate dei dischi. Imburrate bene il fondo di una pirofila e sistemateli; fate fondere a bagnomaria il restante burro, irrorate gli gnocchi e distribuite la quantità di Grana Padano che ancora vi resta affinché copra generosamente gli gnocchi. Infornate a 200° per circa 20 o 30 minuti, vi basterà rendervi conto che è pronto quando la superficie degli gnocchi è bella dorata nel colore e croccante nella consistenza, quindi servite: i vostri ospiti ne saranno contentissimi!

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contatti: Mail