×

Concorsi pubblici scuola 2019: le novità sui bandi

Tutte le informazioni sui nuovi bandi di concorso 2019 per la scuola e i requisiti necessari per partecipare.

personale ata insegnati
concorsi pubblici scuola 2019 italia

Stiamo vivendo in un periodo non facile, recessione, crisi, ministeri che cadono e ministri che si avvicendano sulle poltrone a ritmi frenetici. Il settore scuola è uno di quelli che maggiormente risentono di questa situazione di stallo, poiché offre lavoro ad una ampia gamma di categorie: dal personale ausiliario, al personale tecnico amministrativo, educativo e tecnico-pratico. A questi poi si aggiungono le varie categorie di insegnamento, dalla scuola dell’infanzia al docente di scuola secondaria di secondo grado; per non contare il personale dirigenziale, dal DSGA al Dirigente Scolastico. Di seguito troverete tutte le informazioni sui concorsi pubblici della scuola 2019 e sui bandi attivi.

Concorsi pubblici 2019: scuola dell’infanzia e primaria

Il titolo di studio richiesto sarà la Laurea in Scienze della Formazione Primaria o il Diploma Magistrale.

I posti disponibili che verranno messi a concorso sono circa 16.000. L’uscita del bando è prevista entro il 2019, ed il concorso sarà su base regionale, suddiviso in 3 procedure distinte:

  • la procedura per la scuola dell’infanzia;
  • la procedura per la scuola primaria;
  • la procedura per il sostegno scuola dell’infanzia e primaria.

Ogni candidato potrà fare domanda per una sola regione, ma avrà la possibilità di accedere anche a tutte e quattro le procedure, ovviamente solo se in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno. Le procedure concorsuali si baseranno su una prova scritta, una prova orale ed una valutazione dei titoli presentati da ogni candidato, ma nel caso il numero dei candidati per ogni singola regione fosse superiore a quattro volte in numero dei posti disponibili, ogni regione potrà fare effettuare una prova preselettiva, che consisterà in un test a scelta multipla per evidenziare le capacità logiche del candidato, la sua comprensione del testo, e la conoscenza della normativa scolastica, il tutto da effettuarsi a mezzo computer, visto che la prova preselettiva sarà unica per tutte le regioni.

Concorsi pubblici per le scuole Secondarie 2019

I requisiti di accesso sono tre anni di servizio prestati nelle scuole Secondarie statali negli ultimi otto anni, dei quali almeno uno prestato sulla classe di concorso per la quale si partecipa alla procedura concorsuale.

Rispetto ai concorsi precedenti, non ci saranno grosse novità ma la prova selettiva effettuata al computer sarà molto importante. Questa prova preselettiva è stata introdotta in tutti i concorsi pubblici del 2019.

I posti saranno circa 48.000 e sarà necessario avere colmato i 24 CFU universitari nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche oppure l’abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente.

Concorsi pubblici 2019 personale ATA

I bandi per il personale ATA sono stati pubblicati nel giugno u.s. con decreto MIUR per il triennio 2019-2022, rivolti al personale che ha già al suo attivo due anni di servizio. In previsione c’è la pubblicazione di nuovi concorsi pubblici ATA per nuove assunzioni, presumibilmente nel 2020, per coperture di posti dall’anno scolastico 2020-2021.

Le aree messe a concorso sono relative ai Collaboratori Scolastici, ai Collaboratori Scolastici addetti alle aziende agrarie, agli Assistenti Amministrativi, agli Assistenti Tecnici, ai Cuochi, ai Guardarobieri e agli Infermieri.

Ogni ministro della Pubblica Istruzione che viene nominato dal nuovo Premier in carica ha pochissimo tempo per analizzare la situazione e promettere, quanto a poi mantenere, si vedrà. Le ultime notizie danno per certo il bando per il Concorso Straordinario, finalizzato all’assunzione di nuovi docenti, entro la fine del 2019, così da gestire le procedure concorsuali nei mesi successivi, e procedere alle immissioni in ruolo in tempo per l’inizio dell’anno scolastico 2020-21. Sono tempi molto stretti, che hanno di fatto messo in secondo piano qualsiasi cenno ad un eventuale concorso ordinario. Ad ogni modo, riportiamo i dati essenziali a supporto del concorso in uscita.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche