Hawaii, eruzione Kilauea: colonna di cenere a 3000 m
Hawaii, eruzione Kilauea: colonna di cenere a 3000 m
Esteri

Hawaii, eruzione Kilauea: colonna di cenere a 3000 m

vulcano Hawaii
vulcano Hawaii

Blocchi di pietra di oltre 60 centimetri di diametro sono stati lanciati durante un'eruzione del vulcano Kilauea. E la situazione potrebbe peggiorare.

Continua a preoccupare la situazione del vulcano Kilauea alle Hawaii: dopo l’allarme dato dalla US Geographical Survey, che aveva preannunciato la possibilità di nuove esplosioni e, una nuova eruzione ha causato il lancio di rocce di grandi dimensioni, alcuni addirittura “grossi come elettrodomestici”, a centinaia di metri di distanza, oltre ai continui sismi che non accennano a smettere. La lava ha inoltre raggiunto e danneggiato diverse abitazioni, causando l’evacuazione di alcune zone dell’isola principale dell’arcipelago. Secondo gli esperti, l’allerta non finisce qui: la situazione potrebbe infatti addirittura peggiorare

Kilauea, spaventosa eruzione di massi e cenere

Da una preoccupante cortina di fumo nero, a fratture nel terreno e l’eruzione di grandi rocce finite a centinaia di metri di distanza. Si fa sempre più serio l’allarme che da due settimane ha colpito le isole Hawaii: il vulcano Kilauea, il più attivo tra i crateri della zona, continua infatti a lanciare segnali preoccupanti.

L’allerta era cominciata quando una cortina di cenere nera si era levata ad un’altezza di oltre 3,000 metri, spingendo le autorità a mettere in guardia i cittadini che abitano l’area, raccomandando ai piloti di evitare di sorvolare la zona.

La US Geographical Survey aveva poi constatato la comparsa di nuove fratture nel terreno.

Secondo gli esperti la base della caldera del vulcano si sta infatti sgonfiando, dando così vita alla creazione di altre fratture e di conseguenza di scosse sismiche: sull’isola più grande, si sono registrati terremoti di magnitudo 4,4.

Come se non bastasse, il vulcano ha poi cominciato ad eruttare dei blocchi di pietra che, stando a quanto riferisce la BBC, sarebbero della dimensione di elettrodomestici da cucina. Dei massi del diametro di circa 60 centimetri sono stati trovati a centinaia di metri di distanza dal vulcano. La US Geographical Survey ha affermato che durante queste “esplosioni di vapore, dei blocchi di roccia grandi fino a 2 metri potrebbero essere lanciati in tutte le direzioni fino a 1 chilometro di distanza. Questi massi possono pesare da qualche chilogrammo a diverse tonnellate. Le rocce più piccole potrebbero atterrare a molti chilometri di distanza”.

A causa delle eruzioni e dei continui sismi, molte persone hanno dovuto evacuare le proprie case, anche perché la presenza di polveri sottili nell’aria potrebbe danneggiare la salute degli abitanti della zona.

Gli esperti hanno sottolineato che la situazione potrebbe addirittura peggiorare.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Alessandro Bai
Alessandro Bai 153 Articoli
Alessandro Bai, nato nel 1991 a Milano, città che ama ma da cui non può fare a meno di spostarsi (e ritornare, sempre). Una mamma brasiliana, un anno di studi in Inghilterra e la passione per le lingue mi hanno dato l'apertura mentale che cerco di riportare nel giornalismo. Racconto di sport per fare emozionare.