×

Il vulcano Pacaya fa paura e la lava ha raggiunto le case, le autorità ordinano lo sgombero immediato

Il vulcano Pacaya fa paura e la lava ha raggiunto e minaccia le case delle comunità di El Patrocinio, San Vicente Pacaya ed Escuintla

La colata che lambisce l'abitato

Il vulcano Pacaya fa paura e la lava ha raggiunto le case, case minacciate dall’attività stromboliana di uno dei più attivi dell’America Centrale in territorio del Guatemala. Da quasi due mesi, il Pacaya che si trova a circa 25km dalla capitale del Guatemala, è in eruzione.

Esattamente in queste ore i bollettini si sono fatti molto più preoccupanti. Perché? Per un motivo molto serio: le colate di lava hanno “scollinato” dai pendii del cono e sono di fatto entrate nelle zone abitate del circondario. La lava adesso di fatto non minaccia le colture o le foreste, ma le stesse abitazioni

Il vulcano Pacaya fa paura a El Patrocinio

Finora le colate hanno divorato ettari di vegetazione e una casa nella comunità di El Patrocinio.

Ci sono immagini impressionanti del fenomeno. Allo stato attuale le forze dell’ordine del Guatemala e le autorità governative non segnalano vittime, ma il pericolo c’è tutto ed è pericolo gravissimo. Tanto serio che proprio le autorità hanno chiesto agli abitanti di evacuare le comunità di El Patrocinio, San Vicente Pacaya ed Escuintla. Secondo l’Istituto di Sismologia, Vulcanologia, Meteorologica e Idrologia del Guatemala (INSIVUMEH), il flusso di lava si è spostato verso sud

La nota ufficiale dell’istituto locale

In merito esiste una nota ufficiale: “L’attività effusiva continua ad alimentare il flusso di lava sul fianco occidentale, che raggiunge una lunghezza di 2.900 metri, provocando incendi nella vegetazione al suo passaggio, così come il distacco di blocchi incandescenti”. E l’attività del Pacaya è piroclastica, cioè violenta come quella che a volte caratterizza i parossismi del nostro Etna e di fortissimo impatto sulle attività umane. Negli ultimi giorni, il vulcano ha prodotto violente esplosioni, con una colonna di cenere e gas che ha raggiunto i 10 chilometri di altezza.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora