×

L’ultima “gaffe” di Di Maio sul Tricolore: mette i colori al rovescio ad un summit

L’ultima “gaffe” di Di Maio sul Tricolore: mette i colori al rovescio ad un summit e la bandiera italiana appare al contrario ad un evento ufficiale

Luigi Di Maio nella foto ufficiale con "errore"

L’ultima “gaffe” di Luigi Di Maio sul Tricolore è di venia almeno in quanto a responsabilità dirette nell’attuale, ma un po’ più grave su quella di correre subito a postare la foto sul suo profilo Twitter: qualcuno mette i colori della bandiera italiana al rovescio ad un summit e il risultato è un “effetto clessidra” per il Tricolore che non fa onore alla solennità del momento.

Ovvio come non sia stato materialmente il titolare della Farnesina a disporre le bandierine sul tavolo di rappresentanza, lui verrà pure da un partito in cui “uno vale uno” ma di certo qualche addetto alla logistica degli eventi ce l’ha. Quello su cui forse Di Maio ha “toppato” è stata la fretta nel correre a condividere sui social una foto in cui, secondo il verso stabilito che prevedeva come i vessilli dovessero essere in verticale, la bandiera italiana sembrava un antipodista del circo Togni, in pratica con il verde, che è primo colore, che figurava come ultimo.

La “gaffe” di Di Maio sul Tricolore

Il post è di quello che fanno colpo, breve, stringato, efficiente e fattuale: “Luigi Di Maio con gli omologhi sloveno e croato firma una Dichiarazione congiunta per il rafforzamento della cooperazione nell’Alto Adriatico”. E giù di fanfara simbolica che uno se la immagina anche se non c’è perché il tono solenne ci sta tutto. Ci stava magari pure l’Inno che però date le circostanze “inverse” lo si sarebbe dovuto suonare al contrario come una canzone del Black Sabbath.

L’equivoco con la capsula Dragon

D’altronde il rapporto di Di Maio con il tricolore è difficoltoso da sempre: a settembre del 2021 ne ravvisò i colori nelle cosiddette “luci di via”, quelle verde per chi va, rossa per chi è in stand by e bianca per illuminare l’attracco alla stazione spaziale, della capsula Dragon di Space X. Lo spiegò pure, quella volta su Facebook: “Quella che vedete in questa foto del 30 agosto è la capsula cargo Dragon di SpaceX nelle fasi finali di avvicinamento alla Stazione Spaziale Internazionale, illuminata in quel momento con le tinte del nostro Tricolore“.

Forse allora Di Maio volle essere solo poetico (anche perché non risulta che Elon mask sia si Poggibonsi), ma la nomea di gaffeur con il Ttricolore gli restò appiccicata addosso, fino ad oggi, dove sia pur in odor di incolpevolezza, di certo non l’ha smentita.

Contents.media
Ultima ora