×

La storia di Matteo: “A 13 anni ho salvato mio padre con il massaggio cardiaco”

La storia di Matteo Maestrini che diventa paradigma per non arrendersi e lottare sempre: “A 13 anni ho salvato mio padre con il massaggio cardiaco”

Matteo Maestrini oggi

La storia di Matteo Maestrini fa il paio con le vocazioni che nascono all’improvviso dalle emergenze vere, lo sa bene il ragazzo milanese che la sua vocazione l’ha trovata a 13 anni: “Ho salvato mio padre con il massaggio cardiaco”.

Il racconto del giovane al Corriere della Sera su quello che è accaduto in un appartamento nella zona Est di Milano con suo papà Marco il 23 novembre del 2019 è emozionante.

“Ho salvato mio padre con il massaggio cardiaco, sudavo e mi facevamo male le braccia”

Emozionante e concitato: “Sudavo e mi facevano male le braccia mentre provavo a salvarlo. E intanto mi passava davanti agli occhi la vita con lui”.

Matteo aveva appena visto che il padre 52enne stava malissimo ed aveva avviato un massaggio cardiaco con un’operatrice sanitaria al telefono. La donna gli diceva “continua il massaggio”

Al telefono con l’operatrice: “Ho salvato mio padre con il massaggio cardiaco”

E Matteo eseguiva, anche perché, si sarebbe scoperto dopo, suo padre era in arresto cardiaco. Ha raccontato l’adolescente: “Papà non respirava più.  Dopo cena aveva vomitato.

Mi ero accorto che c’era qualcosa che non andava e avevo deciso di non andare in camera a giocare, ma di tenerlo d’occhio”. 

La vocazione di Matteo nata dall’emergenza: “Ho salvato mio padre con il massaggio cardiaco”

Poi: “Quella stessa notte mi sono reso conto dell’importanza del mio gesto e me lo hanno detto anche i medici: ho salvato la vita a mio padre”. Quell’episodio è servito a Matteo per diventare promoter attivo delle manovre salvavita.

“Dovrebbero proporre corsi a scuola. Qualsiasi persona dovrebbe essere in grado di fare come me se si trova in una situazione di difficoltà”.

Contents.media
Ultima ora