Chi è Lautaro Martínez, nuovo acquisto dell'Inter
Chi è Lautaro Martínez, nuovo acquisto dell’Inter
Calcio

Chi è Lautaro Martínez, nuovo acquisto dell’Inter

Lautaro Martinez Inter
Lautaro Martinez Inter

L'argentino è arrivato a Milano per le visite mediche e la firma sul contratto con i nerazzurri. Conosciamo chi è e come gioca il talento 20enne.

Nella giornata di giovedì 24 maggio è sbarcato in Italia, all’aeroporto di Milano Malpensa, il nuovo acquisto dell’Inter Lautaro Martínez. Il club nerazzurro aveva chiuso l’accordo con il club argentino Racing Club già da diverso tempo, ma l’attaccante argentino ha dovuto attendere la fine della stagione dei nerazzurri prima di volare in Italia per effettuare le visite mediche e porre la sua firma sul contratto. La società di Corso Vittorio Emanuele pagherà per la punta 20enne circa 25 milioni di euro. Talento precoce sponsorizzato da Diego Milito, Lautaro Martínez ha già esordito con la nazionale argentina e sta conducendo con la sua squadra una stagione ad altissimi livelli: conosciamolo meglio.

Chi è Lautaro Martínez

Le prime indiscrezioni che parlavano di un interesse dell’Inter per Lautaro Martínez risalgono agli ultimi mesi del 2017. Si parlava allora di uno scontro sul mercato con l’Atlético Madrid, interessato al giocatore, ma si pensava che l’Inter potesse trarre vantaggio grazie al lavoro di Diego Milito, ex leggenda del Racing Club, dove giocava Lautaro.

In quel momento, a fine 2017, Martínez stava cominciando la sua seconda stagione da titolare nel Racing (dove però ha esordito nel 2015), e da lì a pochi mesi il suo nome sarebbe stato sulla bocca di tutti come uno dei maggiori talenti del calcio sudamericano.

Proprio nel momento in cui è diventato di dominio pubblico l’attenzione dei nerazzurri, l’attaccante ha iniziato a collezionare una serie di prestazioni impressionanti, e da fine ottobre 2017 a febbraio 2018 ha segnato nel campionato argentino 7 gol in appena 11 partite.

A questo si aggiungono le performance in Copa Libertadores, competizione in cui Lautaro ha esordito a febbraio 2018 con una tripletta ai brasiliani del Cruzeiro.

Nonostante i tanti gol e la valutazione in crescita, l’Inter è riuscita a chiudere l’affare nei primi mesi del 2018 per una cifra di circa 25 milioni di euro.

A soli 20 anni, Lautaro Martínez è già stato convocato per l’Argentina, con cui ha giocato circa 30 minuti nel suo esordio, avvenuto in amichevole contro la Spagna a marzo 2018. Comunque, nonostante le buone prestazioni degli ultimi mesi, l’allenatore della “Selección” ha deciso di non convocarlo per il Mondiale di Russia 2018, così come accaduto per Mauro Icardi.

Il ragazzo si era già messo in luce con le selezioni giovanili dell’Argentina, specialmente nel Campionato sudamericano Under-20 disputato tra gennaio e febbraio 2017, durante il quale Martínez aveva realizzato ben 5 gol in una squadra apparsa un po’ in difficoltà.

L’Inter ha scommesso sull’argentino prima che la sua forma, in continua crescita, attirasse l’interesse di altre grandi squadre europee, come accaduto nei primi mesi del 2018, quando i nerazzurri avevano però già sigillato l’affare.

Venerdì 25 maggio 2018 Lautaro ha svolto le visite mediche per l’Inter alla Clinica Humanitas di Rozzano, in provincia di Milano, prima di porre la sua firma su un contratto che prevede anche una clausola da circa 111 milioni di euro, come riportava la Gazzetta dello Sport a marzo 2018.

In che ruolo giocherà Martínez

In tanti si chiedono se Lautaro Martínez sia stato preso come sostituto di Mauro Icardi, spesso accostato a una partenza dall’Inter.

La verità è che, soprattutto per la poca maturità, è difficile che un attaccante di 20 anni che non ha mai giocato in Serie A possa fin da subito essere un degno sostituto di chi ha raccolto oltre 100 gol nel campionato italiano, di cui è stato più volte capocannoniere.

Sicuramente l’Inter spera di essersi assicurata quello che diventerà un talento di livello internazionale nei prossimi anni, si può quindi dire che Martínez potrebbe sostituire Icardi soltanto sul lungo periodo, una volta completato il suo adattamento al calcio italiano.

A breve termine, i nerazzurri si auspicano di poter avere in rosa entrambi gli attaccanti argentini, in modo da schierarli insieme o per fare entrare Martínez negli schemi gradualmente.

A livello tattico, Lautaro nel Racing ha giocato spesso affianco a un altro attaccante, in un modulo quindi differente dal 4-2-3-1 di Luciano Spalletti.

Tuttavia, si è dimostrato un giocatore molto duttile e capace di muoversi molto sul fronte d’attacco, finendo spesso anche sulle corsie esterne. Uno stile di gioco, per intenderci, molto diverso da quello di Icardi, che tende più ad aspettare il pallone e diventa estremamente letale dentro l’area di rigore.

Il campionario di Martínez prevede invece anche corse palla al piede, dribbling e assist per i suoi compagni. Spalletti potrebbe quindi decidere di cambiare modulo, aggiungendo un giocatore (Lautaro) che stia più vicino a Icardi, sacrificare inizialmente il nuovo acquisto chiedendogli di occupare il ruolo di esterno, che non è il suo naturale, oppure scegliere di utilizzarlo come ricambio di “Maurito”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Alessandro Bai
Alessandro Bai 116 Articoli
Alessandro Bai, nato nel 1991 a Milano, città che ama ma da cui non può fare a meno di spostarsi (e ritornare, sempre). Una mamma brasiliana, un anno di studi in Inghilterra e la passione per le lingue mi hanno dato l'apertura mentale che cerco di riportare nel giornalismo. Racconto di sport per fare emozionare.