×

Le piramidi

default featured image 3 1200x900 768x576

piramide giza 300x200

Mentre i miracoli del mondo antico cadevano uno dopo l’altro, loro continuavano a resistere al tempo: le Piramidi egiziane sono nati dall’ambizione di vivere per sempre.

Erano la garanzia dell’immortalità del loro faraone, del loro conduttore, quindi del loro regno.
La costruzione di piramidi parte dal grande architetto egizio Imhotep, che realizzo la prima piramide 100 anni prima di quella di Cheope.
L’ossessivo desiderio per l’immortalità dei faraoni, insieme alla volontà e la credenza del popolo egizio, hanno permesso non solo di costruire le meravigliose Piramidi di Giza, ma anche di costituire la prima superpotenza del mondo, segnando il trionfo dello spirito umano d’avanti alla morte.

Giza è il regno delle piramidi: Cheope si innalza per 146 metri, Chefren raggiunge i 144 e Micerino 65.
Uno dei grandi misteri dell’antico Egitto è il modo in cui le piramidi furono costruite.
Le piramidi di Giza non sono l’opera di oppressi o di schiavi (come sostenuto dal greco Erodoto), ma di una élite di architetti, di una civiltà all’apice del proprio genio, capace di una straordinaria organizzazione del lavoro, dall’estrazione delle pietre sino al loro sollevamento, passando per il trasporto.

Per l’Antico Regno, la costruzione di una piramide era un atto normale, rituale, di cui non ci si doveva vantare. Per capire davvero il significato di una piramide, non bisogna considerarla come un monumento isolato.
Ai confini del deserto c’era un tempio in cui si compivano riti di purificazione. Da qui partiva una galleria che portava a un tempio alto, davanti al lato est della piramide. Questo complesso simbolico era completato da una piccola piramide: era il luogo di pace per l’anima del re o per la regina sua compagna.

Cheope:
la piramide di Cheope geograficamente sembra posizionata al centro dei continenti. Contiene tre camere, di cui una situata sotto il livello del suolo. Come tutte le piramidi era provvista di un tempio mortuario nel quale venivano celebrati i riti funebri.

Chefren:
è per dimensioni la seconda di Giza, ed è la meglio conservata. È costituita da due camere. Questo massiccio edificio comprende due entrate.

Micerino:
a sud della piramide sono allineate le piramidi minori. L’ingresso si trova sul lato nord, a quattro metri di altezza.

Contents.media
Ultima ora