Mahmood, significato della frase araba in "Soldi"
Mahmood, significato della frase araba in “Soldi”
Lifestyle

Mahmood, significato della frase araba in “Soldi”

Mahmood
Mahmood

Un omaggio alla sua infanzia e alle radici arabe. "Waladi waladi habibi ta’aleena”, recita la canzone di Mahmood vincitrice del Festival di Sanremo

E’ Mahmood ad aver trionfato alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo. Polemiche e opinione pubblica divisa, ma è “Soldi” la canzone vincitrice. A cantarla è un ragazzo nato a Milano nel 1992 da madre italiana e papà egiziano.

Un padre assente e un’infanzia vissuta nella periferia di Milano. E’ questo il tema centrale del suo brano. “È parecchio autobiografica, è una storia che ho vissuto e che hanno vissuto tante persone. Ma ci sono delle parti che non hanno un significato letterale. Per esempio “Beve champagne sotto il Ramadan” è un verso che uso per dire “Predichi bene e razzoli male””, ha spiegato Mahmood in un’intervista all’Unione Sarda. Il vincitore di Sanremo 2019, infatti, non sentirebbe suo padre da diverso tempo, cioè da quando ha deciso di andarsene di casa.

La frase in arabo

Nel testo di “Soldi” è presente anche una frase in arabo. “Waladi waladi habibi ta’aleena”, recita la canzone. Si tratterebbe di uno dei pochi ricordi in arabo che conserva della sua infanzia, che significa “figlio mio, figlio mio, amore vieni qua”.

Sono parole che ricorda bene dalla sua infanzia.

“Ho delle immagini forti che richiamano al mondo arabo. Ho voluto metterle per rafforzare ancora di più quel ricordo”, ha infatti rivelato Mahmood. Con la madre, invece, il ragazzo ha un ottimo rapporto. Infatti, è a lei che ha dedicato la vittoria di Sanremo.

Il significato di “Soldi”

Un omaggio alla sua infanzia e alle sue radici arabe. Il padre è egiziano, la mamma è invece sarda. Il brano è molto autobiografico e racconta come i soldi (o la loro mancanza) possano cambiare alcune dinamiche all’interno della famiglia.

Un brano scritto con Dario Faini, che parla di un’infanzia in periferia e di un padre assente proprio come è successo nella vita di questo ragazzo dall’infanzia complicata e che attualmente non parla più con l’ex compagno della madre: “Che fine ha fatto mio padre? Non lo so non ho rapporti con lui”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1153 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.