×

I Funko Pop: da Batman a Giorgia Meloni

Le miniature dei personaggi di film, serie tv e fumetti, sono oggetti cult che forse, dopo il caso della Meloni, avranno un futuro anche in politica.

funko pop meloni 768x806
Anche la politica Giorgia Meloni è diventata un Funko Pop!

Fra un post sui problemi del governo dopo il coronavirus e le foto della sua vita privata, il 13 giugno scorso Giorgia Meloni, uno dei volti più noti della politica italiana, ha pubblicato sui social un’immagine davvero inconsueta di sé, immortalata mentre regala un sorriso raggiante ai followers tenendo in mano un Funko Pop con le sue sembianze.

La foto è diventata subito virale e c’è già qualcuno che si chiede quando toccherà ad altri esponenti politici essere trasformati in modellini che sembrano giocattoli per bambini ma che, invece, hanno un gran mercato tra gli appassionati.

Che cosa sono i Funko Pop?

funko popmelon i

Alti fino a 13 centimetri, i Funko Pop (definiti anche Boobleheads), sono realizzati in vinile con una testa ciondolante sproporzionata rispetto al corpo e sono graziosi modelli in miniatura dei personaggi tratti dai film, dalle serie tv e dai fumetti più amati.

Il fenomeno è esploso negli Stati Uniti nel 1998, quando l’azienda Funko ha cominciato a produrre su licenza i pupazzetti dei supereroi della Marvel, della Lucas film, della Fox o della Warner Bros.

Oggi la società ha in catalogo più di 3 mila pezzi e il numero sembra destinato a crescere velocemente.

I Funko più costosi

funkopop meloni

Ma quanto costa un Funko Pop?

Si parte da poche decine di euro fino ad arrivare a cifre che sfiorano diverse migliaia di euro per i modelli più rari.

Le quotazioni, ovviamente, dipendono dalla tiratura. Più è limitata più sono cari, e i modelli che restano invenduti partecipano a una vera e propria asta on line in cui si battono i collezionisti di tutto il mondo.

Per esempio, le versioni dorate di Dumbo e dello sceriffo Hopper di Stranger Things valgono intorno ai 2500 euro cadauna, così come quella di Jamie Lannister dell’amata serie Il Trono di Spade. Ma lo scettro di Funko Pop più costoso del mondo va sicuramente al pupazzetto di Alex de Large di Arancia Meccanica, una copia più unica che rara, il cui prezzo è schizzato fino a 15.000 euro.

Di recente, per supportare i negozi italiani specializzati, la Funko ha aderito al progetto fumetterie.com mettendo a disposizione cinque prodotti a tiratura limitata che sono in vendita da maggio: Lilo e Stich, i Fantastici 4, Vegeta, personaggio tratto dall’anime di Dragon Ball, Wall-e preso dal capolavoro animato della Pixar e infine Black Widow, personaggio della Marvel che interpreterà il film omonimo la cui uscita nelle sale è prevista per il prossimo ottobre.

Un caso isolato

Il Funko Pop ricevuto in regalo da Giorgia Meloni ha creato molto malcontento tra i più accaniti collezionisti di bobbleheads, preoccupati che l’azienda, invece di produrre i loro beniamini, rivolga la sua attenzione a personaggi che non fanno parte del mondo del cinema, delle serie tv e dei videogiochi.

Quello di Giorgia Meloni è un caso isolato o la Funko comincerà a vendere i pupazzetti dell’intera classe politica italiana?

Contents.media
Ultima ora