> > Maltempo, nuova allerta meteo per domenica 12 dicembre: le aree interessate

Maltempo, nuova allerta meteo per domenica 12 dicembre: le aree interessate

Allerta meteo 12 dicembre

Nella giornata di domenica 12 dicembre, il maltempo colpirà diverse aree della penisola. Allerta gialla nel sud e centro-sud.

Ancora un altro fine settimana, ancora un’altra domenica segnata dal maltempo.

Nella giornata di domenica 12 dicembre, la protezione civile ha lanciato l’allerta gialla per rischio maltempo, idraulico e idrogeologico in diverse aree del sud e del centro-sud Italia. Le regioni che potrebbero essere dunque interessate da queste perturbazioni diffuse potrebbero essere nove: quali sono. 

Allerta meteo 12 dicembre, attesi venti di burrasca 

Stando a quanto emerge dall’avviso di allerta diffuso dalla protezione civile, in regioni quali Abruzzo, Molise e Puglia.

potrebbero essere attesi forti venti di burrasca. Atteso inoltre il mare agitato lungo il versante Adriatico, lo Ionio meridionale, lo stretto di Sicilia e il canale di Sardegna. 

Allerta meteo 12 dicembre, il bollettino di vigilanza meteorologica

Ecco quali sono i fenomeni attesi e le aree interessate secondo il bollettino di vigilanza meteorologica diramato dalla protezione civile: 

Precipitazioni: 

  • sparse, anche a carattere di rovescio o temporale ed in generale esaurimento nella seconda parte della giornata, su Puglia centrale adriatica, settori tirrenici della Calabria meridionale e Sicilia settentrionale e nord-orientale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
  • isolate, anche a carattere di rovescio ed in generale esaurimento pomeridiano, su Abruzzo, Molise, Basilicata, resto di Puglia e Calabria e settori occidentali ed interni della Sicilia, con quantitativi cumulati deboli.

 Nevicate:

  • al di sopra dei 700-900 m su Abruzzo e Molise, in esaurimento pomeridiano, con apporti al suolo deboli;
  • al di sopra di 1000-1200 m su Campania, Puglia e Basilicata, in esaurimento pomeridiano, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 1200-1400 m sui rilievi di Calabria e Sicilia settentrionale, con apporti al suolo deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in calo anche sensibile su Toscana, Emilia-Romagna e Nord-Est, con valori bassi al Nord e localmente sulla Toscana, fino a molto bassi sulla Pianura Padana.

Venti: forti dai quadranti settentrionali al Centro-Sud, con raffiche fino a burrasca forte su settori costieri e crinali appenninici, in attenuazione a partire dalle regioni centrali.

Mari: agitati i bacini meridionali e l’Adriatico centrale, temporaneamente molto agitati il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia e lo Ionio meridionale; molto mossi i restanti bacini centrali; moto ondoso in graduale attenuazione.

Allerta meteo 12 dicembre, il bollettino di criticità: 

Quali sono le aree interessate invece dall’allerta gialla secondo l’ultimo bollettino di criticità: 

  • Ordinaria criticità per rischio idraulico: 
    Basilicata: Basi-E2, Basi-E1, Basi-D, Basi-C
    Calabria: Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
    Marche: Marc-6, Marc-5, Marc-4, Marc-3
    Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico
  • Ordinaria criticità per rischio temporali: 
    Calabria: Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
    Puglia: Basso Fortore, Tavoliere – bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Gargano e Tremiti, Basso Ofanto, Sub-Appennino Dauno, Puglia Centrale Adriatica, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Bradanica
    Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico
  • Ordinaria criticità per rischio idrogeologico: 
    Abruzzo: Marsica, Bacino Alto del Sangro, Bacino del Pescara, Bacino dell’Aterno, Bacino Basso del Sangro, Bacini Tordino Vomano
    Basilicata: Basi-A2, Basi-D, Basi-C
    Calabria: Versante Jonico Meridionale, Versante Tirrenico Meridionale
    Campania: Piana Sele e Alto Cilento, Basso Cilento, Tanagro, Tusciano e Alto Sele, Alta Irpinia e Sannio, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana
    Marche: Marc-6, Marc-5, Marc-4, Marc-3
    Molise: Frentani – Sannio – Matese, Litoranea, Alto Volturno – Medio Sangro
    Puglia: Basso Fortore, Tavoliere – bassi bacini del Candelaro, Cervaro e Carapelle, Gargano e Tremiti, Basso Ofanto, Sub-Appennino Dauno, Puglia Centrale Adriatica, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Bradanica
    Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale, versante tirrenico, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico
    Umbria: Chiascio – Topino