×

Maurizio Costanzo, Fiorello era l’amante e con la Barale aveva una storia a 3

Maurizio Costanzo, Fiorello era l'amante e con la Barale aveva una storia a 3: torna in auge una vecchia leggenda metropolitana.

Maurizio Costanzo Fiorello Barale

Con l’intervista di Paola Barale a Belve è tornata in auge la vecchia leggenda sulla vita sentimentale piuttosto movimentata di Maurizio Costanzo. Quest’ultimo, secondo il chiacchiericcio dell’epoca aveva Fiorello come amante e, nel frattempo, una storia a 3 con Maria De Filippi e l’ex moglie di Gianni Sperti.

Maurizio Costanzo: torna in auge un vecchio gossip

Maurizio Costanzo è al centro della scena televisiva da tantissimi anni e su di lui sono nate diverse leggende metropolitane. Una di queste è tornata in auge proprio recentemente, grazie all’intervista di Paola Barale a Francesca Fagnani per il programma Belve. La showgirl, da anni latitante dal piccolo schermo, ha preferito dedicarsi al teatro e ha ammesso che Maurizio la chiama spesso per promuovere i suoi spettacoli.

Tra loro, però, non c’è mai stata una grandissima amicizia, ma un semplice rapporto di stima reciproco. Nonostante tutto, all’epoca di Buona Domenica, il chiacchiericcio vedeva la Barale come amante di Costanzo e Maria De Filippi.

Le dichiarazioni di Costanzo

In un’intervista rilasciata al Giornale nel 2018, Maurizio, parlando delle leggende metropolitane sul suo conto, ha raccontato:

“Due sono memorabili. Quando Buona Domenica era al top del successo dissero che Fiorello era il mio amante. E perfino che mi concedevo un ménage à trois: io, Maria e Paola Barale. Figuriamoci”.

Fiorello, che all’epoca di Buona Domenica era ospite fisso del salottino tv, era considerato l’amante di Costanzo, mentre la Barale un diversivo per la vita coniugale del conduttore e di Maria.

Costanzo, tra le vecchie chiacchiere e i nemici

Il chiacchiericcio dell’epoca, è bene sottolinearlo, non ha toccato troppo i diretti interessati. D’altronde, quando si fa parte del mondo dello spettacolo, i “nemici” bisogna metterli in conto.

Non a caso, Costanzo ha dichiarato:

“I nemici bisogna conservarseli per la vecchiaia, mi disse Enzo Biagi. Basilare. Il giorno che non ne avessi più sarebbe la fine. Così li ho conservati quasi tutti. Non ho più rapporti con Adriano Celentano, che si offese quando definii qualunquista una delle sue uscite, né con Nanni Moretti, che si stupiva fossi un simbolo della lotta alla mafia. Per il Molleggiato mi dispiace; per Moretti non me ne frega niente. Col critico tv Aldo Grasso non ho mai chiuso i miei conti. Ne mai lo farò: se ne faccia una ragione. Anche con Pippo Baudo per anni ci siamo stati cordialmente sulle scatole. Ma la vecchiaia aggiusta tutto. Anzi, oggi vorremmo fare insieme un programma: I videosauri. Io e lui su un divano, a commentare la tv di oggi”.

Contents.media
Ultima ora