×

Molestata da un medico, Teresa Langella scoppia in lacrime a Verissimo

Molestata da un medico che le doveva fare un secondo intervento al seno, l'ex tronista Teresa Langella scoppia in lacrime nello studio di Canale 5

Teresa Langella in lacrime a Verissimo

Molestata da un medico per un intervento al seno, Teresa Langella scoppia in lacrime a Verissimo: l’ex tronista di Uomini e Donne ha raccontato la sua terribile esperienza nello studio di Silvia Toffanin su Canale 5. La donna aveva già svelato la sua esperienza su Instagram e in trasmissione l’ha ripercorsa: “Mi fidavo di lui, ha la vita delle persone nelle sua mani.

Prima del secondo intervento ho fatto delle visite e lì è accaduto tutto”

Teresa Langella scoppia in lacrime: il racconto delle visite dal chirurgo molestatore

Poi ha spiegato Teresa: “Durante le visite c’era mia madre che mi accompagnava e il dottore con la scusa della privacy la allontanava. Non entro nel dettaglio, ma non si è comportato da medico. Le visite non si fermavano al seno”. L’ex tronista ha rivelato: “Lui mi diceva che era dell’idea che al seno fossero collegate anche le ghiandole di altre parti del corpo.

Io mi sono sentita in colpa, vergognata, soprattutto quando ho preso consapevolezza”. 

La convocazione della polizia proprio su quel camice bianco: Teresa Langella scoppia in lacrime in studio 

Poi il colpo di scena, con la convocazione da parte della polizia qualche tempo dopo in merito ad ipotesi di reato simili di cui era sospettato proprio quel medico: “Appena hanno visto il mio malessere hanno capito e allora ho riportato fuori tutto, sono crollata.

Ho deciso di denunciare e ho scoperto che non ero stata l’unica a subire molestie”. 

“Non è giusto che una donna debba sentirsi sbagliata”, poi Teresa Langella scoppia in lacrime 

A quel punto, mentre leggeva il post Instagram in cui alludeva a quel tormento, Teresa Langella è poi scoppiata in lacrime: “Sono qui però ancora un po’ mi vergogno, provo a fare la dura però voglio essere forte! Devo essere forte per tutti i messaggi che ho ricevuto dopo quelle parole”.

E in chiosa: “Non è giusto che una donna debba sentirsi in difetto, sbagliata, perché non siamo noi in errore. Voglio dare forza a chi non ha voce, ho la fortuna di esser con voi a nome di tutti loro”.

Contents.media
Ultima ora