×

Muore contagiata da un’infermiera no vax, lo sfogo social del figlio

Muore contagiata da infermiera no vax, lo sfogo del figlio: "L’intervento era stato superato, quello che ha aggravato tutto è stata la polmonite da Covid"

Morta perché a detta di suo figlio contagiata da un'infermiera no vax

Dramma in Toscana, dove un’anziana donna muore contagiata da un’infermiera no vax e suo figlio, in preda a dolore e legittimo ramarico, affida ai social ed ai media il suo amaro sfogo. Una sfogo che è riassumibile in un singolo ed agghiacciante concetto che l’uomo ha affidato alle pagine del Tirreno e ad un amaro post sulla sua pagina Facebook: “Mia mamma è stata contagiata nel luogo dove doveva essere protetta”.

Secondo il racconto dei media e del figlio la donna era in ospedale a seguito di una frattura, poi nel nosocomio aveva contratto il covid, dato che era risultata positiva ad un tampone effettuatole dopo un primo negativo in ingresso e alla fine si era scoperto che a contagiarla potrebbe essere stata un’infermiera non vaccinata, circa la sua posizione operativa all’interno della struttura a questo punto ci si interroga. 

Anziana muore contagiata da infermiera no vax: era in ospedale per una frattura

Le già precarie condizioni di salute della paziente, ulteriormente compromesse dall’età avanzata, avrebbero purtroppo fatto il paio con l’attacco del coronavirus al suo organismo, tanto che alla fine la poveretta ha perso la vita dove sperava di ritrovare la salute. E il figlio della donna, Fabrizio Natalini, nel suo sfogo è stato è eloquente: “Mia mamma aveva subito un intervento per la frattura di un femore. Ci avevano avvertito che sarebbe stato un intervento ad elevatissimo rischio, lei lo sapeva e aveva accettato”.

Poi ha spiegato con amarezza: “Ma l’intervento era stato superato, la mamma non ha avuto danni, il decorso era normale. Quello che ha aggravato fino all’estremo è stata la polmonite da Covid, come mi hanno detto i medici”. 

Lo sfogo social del figlio dopo che la madre muore contagiata da infermiera no vax

L’account Facebook dell’uomo aveva già funto da cassa di risonanza per quella surreale vicenda. Ecco cosa aveva scritto l’uomo dopo quella devastante perdita: “La mia vecchina contagiata in ospedale, dove invece doveva essere protetta.

La mia vecchina era stata contagiata proprio in ospedale, dove invece doveva essere protetta. La polmonite, anche se vaccinata, arriva; il suo organismo, il suo cuore di novantenne erano troppo sotto pressione”. 

L’infermiera no vax e l’anziana contagiata: come si muore “di ignoranza”

Poi la chiosa e l’appello “Invece di credere solo a qualche sconosciuto che tira fuori le teorie più strampalate, provate a credere anche a noi che ci siamo trovati nel mare in tempesta. Non è una malattia come le altre. Questa colpisce, lascia il segno, separa le persone nei loro ultimi giorni di vita. E ancora: “Il virus ‘non esiste, non fa nulla’, non è un’opinione: è falso. Il vaccino ‘non serve ed è pericoloso’ non è un’opinione: è falso”. 

Contents.media
Ultima ora