Nadia Toffa riceve un premio ma non parla della sua salute
Nadia Toffa riceve un premio ma non parla della sua salute
Gossip e TV

Nadia Toffa riceve un premio ma non parla della sua salute

nadia toffa
nadia toffa

La giornalista ha ricevuto il premio giornalistico Luchetta per l'inchiesta sulla prostituzione minorile 'Bari, bambini in vendita'.

Nadia Toffa ha rotto il silenzio. La giornalista delle Iene, di solito attiva su Facebook e Instagram anche per evitare che circolino false notizie circa le sue condizioni di salute, è stata assente dai social per qualche tempo, preoccupando i suoi fan. L’ansia è stata alimentata dal fatto che Nadia Toffa non ha partecipato alle ultime due puntate della trasmissione televisiva.

‘Una vergogna che andava fermata’

Nonostante le cure la debilitino, Nadia Toffa ha continuato a lavorare. Lo sforzo l’ha ripagata: la giornalista ha infatti ricevuto il Premio Giornalistico Internazionale Marco Luchetta, insieme al collega Marco Fubini, per la loro inchiesta sulla prostituzione minorile a Bari. Il riconoscimento non è importante solo perché valorizza la professionalità di Toffa e di Fubini, ma anche perché fa emergere una profonda ingiustizia “(…) che ti scuote l’anima”. “Il pensiero va a tutti quei bambini che sono costretti a subire abusi e che non hanno nemmeno la forza di gridare aiuto, e sono ancora tanti, troppi che hanno bisogno di essere salvati, e ogni violenza che subiscono è un pugno nello stomaco a tutti noi” scrive in una nota Nadia Toffa a proposito del reportage realizzato.

Non è la prima volta che la conduttrice si occupa dell’argomento ma, rammenta lei stessa, la prostituzione minorile con tali condizioni sembrava essere più diffusa in paesi svantaggiati, sotto diversi aspetti, rispetto a quelli europei: “In passato ci siamo già occupati di inchieste simili, ma fatti di questa gravità eravamo abituati a vederli in posti lontani da noi, paesi in via di sviluppo dove purtroppo la tratta dei bambini è quasi alla luce del sole. Mai avrei pensato di vedere quello ho visto in pieno giorno in una delle città più belle ed evolute d’Italia”. Il reportage ha il merito di attirare l’attenzione su un tema gravissimo e sottovalutato. “Eravamo partiti con l’obiettivo di porre fine a questo schifo– precisa Nadia Toffa- Nei mesi successivi, fino a poche ore fa, le indagini delle Forze dell’Ordine hanno portato all’arresto di molte persone cosiddette ‘per bene’ con l’accusa di pedofilia.

Una vergogna che andava fermata e così è stato”.

L’assenza dalla tv e dai social

Nadia Toffa non ha precisato nulla sulle sue attuali condizioni di salute. La giornalista bresciana ha dichiarato pubblicamente di essere stata operata di cancro pochi mesi fa, dopo una lunga assenza da Le Iene. Tanta la solidarietà nei suoi confronti, sia da parte di colleghi sia del pubblico. E’ alta la preoccupazione quando la giornalista non può presenziare, perché debilitata dalle cure, alla diretta della trasmissione televisiva. L’ansia dei fan aumenta anche perché il suo ultimo post su Facebook è del 13 maggio, quando Nadia ha scritto: “Eccomi qui, con tutta la voglia di tornare alle Iene. Ci siamo quasi, la vostra energia e il vostro affetto mi arrivano dritti al cuore e mi danno una carica pazzesca. E’ per questo che vorrei ringraziarvi tutti, uno per uno, voi datemi una mano e passate parola. Manca poco, anche se non starà stasera, ma giuro che ci rivediamo presto presto presto.

Aspettatemi”. La preoccupazione di chi la segue emerge nei commenti: “Avete notizie di Nadia?”, “Nadia tutto bene? E’ da molto che non scrivi. Mi sto preoccupando”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche