×

Olimpiadi Tokyo 2020, Marcell Jacobs vola in semifinale e registra il record italiano nei 100 metri

Il velocista italiano Marcell Jacobs ha trionfato nelle batterie dei cento metri piani realizzando anche il primato nazionale nella categoria.

marcell jacobs

Continuano i successi italiani ai Giochi olimpici di Tokyo 2020 e questa volta a darceli è l’atletica leggera, dove nella giornata del 31 luglio il velocista Marcell Jacobs ha vinto la propria batteria dei cento metri piani stabilendo inoltre il primato nazionale con 9:94 secondi, migliorando di un centesimo il precedente recordo stabilito dallo stesso Jacobs lo scorso maggio al meeting di Savona.

Con questo punteggio Jacobs si aggiundica dunque la seminfinale che verrà effettuata domanica 1 agosto.

Olimpiadi Tokyo 2020, Marcell Jacobs vola in semifinale e registra il record italiano nei 100 metri

Con il risultato ottenuto da Jacobs nele batterie (secondo soltanto al 9:91 del canadese Andre De Grasse) l’italiano potrebbe avere concrete possibilità di arrivare in finale e addirittura di puntare a una medaglia. Nel frattempo si attende anche cosa farà Filippo Tortu, anch’egli qualificatosi per la semifinale dei cento metri piani con un tempo di 10:10 risultando il secondo tra i ripescati.

Ormai non si ha più paura di dirlo, anche l’Italia può essere considerato un Paese di grandi sprinter.

Olimpiadi Tokyo 2020, Marcell Jacobs vola in semifinale: le parole dell’azzurro

Non sono tardate ad arrivare le dichiarazioni del velocista di Desenzano sul Garda, che a fine corsa ha affermato ai microfoni dei giornalisti: “Un inizio di Olimpiade perfetto.

L’obiettivo era qualificarsi in prima posizione per avere una buona corsia in semifinale, ma non mi aspettavo questo tempo almeno per come ho corso. Mi sento in condizioni ottime. Quale tempo per arrivare a medaglia? Non ne ho idea, lo scopriremo solo domani. Voglio migliorare il 9’’94 di oggi ma non devo correre pensando al crono. Cercherò di riguardare tutti i piccoli dettagli che ho sbagliato oggi e migliorarli. Per esempio sono uscito bene dai blocchi ma ho fatto i primi passi un po’ troppo ampi.

Domani cerchiamo di aumentare la frequenza mantenendo le stesse ampiezze.

Jacobs ha poi aggiunto: “Ora sono consapevole del mio percorso e si iniziano a vedere i risultati. La sto vivendo benissimo, con tanta serenità. È un sogno che ho da quando sono bambino e mi sto godendo tutto quello che mi accade. Unica cosa: domani cerchiamo di arrivare più riposati di oggi. Da quando sono qui in Giappone non mi sono mai svegliato più tardi delle 7 di mattina!”.

Olimpiadi Tokyo 2020, che è il velocista Marcell Jacobs?

Nato a El Paso nel 1994 da padre texano (militare nel corpo dei Marines) e madre italiana, subito dopo la nascita Marcell Jacobs si trasferisce a Desenzano del Garda e inizia a praticare atletica leggera all’età di dieci anni, prediligendo prima il salto in lungo e solo successivamente dedicandosi allo sprint. Padre di tre figli, Anthony e Megan avuti dall’attuale compagna Nicole, e Jeremy da una relazione precedente all’età di 19 anni, Marcell è attualmente portacolori delle Fiamme Oro.

Contents.media
Ultima ora