Vertice Palazzo Grazioli centrodestra verso accordo con M5s
Vertice Palazzo Grazioli centrodestra verso accordo con M5s
Politica

Vertice Palazzo Grazioli centrodestra verso accordo con M5s

vertice centrodestra

Si è concluso il vertice del centrodestra a Palazzo Grazioli, a Roma

Concluso il vertice ufficiale a Palazzo Grazioli fra gli alleati della coalizione di centrodestra. Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, dopo un lungo dibattito, hanno deciso di accettare la condizione posta dal Movimento 5 Stelle, ossia quella di avere un loro esponente come Presidente della Camera.

Il sì del centrodestra ai 5 stelle

Nella nota diffusa subito dopo l’incontro si legge: “Il centrodestra propone ai capigruppi parlamentari un comune percorso istituzionale che consenta alla coalizione vincente (il centrodestra) di esprimere il presidente del Senato e al primo gruppo parlamentare M5s il presidente della Camera. A tal fine e per concordare i nomi i leader del centrodestra si invitano le altre forze politiche ad un incontro congiunto domani”.

Il centrodestra aggiunge nella sua nota, resa pubblica, che si rende disponibile a rispettare quanto più possibile la volontà degli elettori italiani.

vertice centrodestra

Il nome più accreditato per la presidenza del Senato sarebbe quello di Paolo Romani, favorito di Silvio Berlusconi.

Si tratta di un nome gradito anche dagli altri maggiori esponenti del partito, come Brunetta, Gianni Letta e Niccolò Ghedini. Il leader di Forza Italia li ha incontrati prima del vertice a Palazzo Grazioli con Salvini e la Meloni.

Giovanni Toti avrebbe preceduto i leader della coalizione cercando prima di loro un accordo con il Movimento 5 stelle. Il presidente della regione Liguria ha affermato che, nonostante preferisca che il Paese finisse nella mani del centrodestra, qualora questo non fosse possibile andrebbe cercata una soluzione per non lasciare l’Italia allo sbaraglio. Toti ha espresso la necessità di una nuova legge elettorale, dati i limiti e le difficoltà posti dal sistema vigente.

Fedriga candidato per il Friuli Venezia Giulia

vertice centrodestra

Intanto, dalla coalizione di centrodestra trapela il nome di Massimiliano Fedriga come possibile neo-presidente della regione Friuli Venezia Giulia. La candidatura è stata annunciata su Twitter dal leader della Lega Matteo Salvini. La scelta di Fedriga è stata fatta dopo aver passato in rassegna diversi nomi su cui la coalizione pensava di avere trovato un accordo.

L’ultimo di questi è stato Renzo Tondo, dato pochi giorni fa per candidato ufficiale definitivo e contro il quale sono insorti i leghisti. In Friuli Venezia Giulia la Lega è stato il partito più votato. Nel caso in cui Fedriga avesse la meglio, Salvini avrebbe in mano la terza regione del Nord dopo Lombardia e Veneto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Sabrina Rossi 923 Articoli
Laureato in Storia, amante della televisione e della musica italiana con la passione per il calcio. Tremendamente testardo ma sempre pronto al dialogo con tutti. Andrea Ienco, nato nel 1992 a Milano. Laureato in Storia con la passione per il cinema e per tutto ciò che è innovativo. Il Master in Giornalismo e i viaggi negli Stati Uniti mi hanno dato la possibilità di crescere e imparare le tecniche del mestiere. Amante dei libri, specialmente storici, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.