×

Palloncini colorati inquinanti, vietato liberarli in cielo: il provvedimento in Trentino

Il Trentino ha votato una legge che impedisce di liberare in cielo palloncini colorati e lanterne per diminuire l'inquinamento.

Palloncini in cielo Trentino

In Trentino non sarù piùpossibile liberare i palloncini colorati e le lanterne in aria in quanto considerati oggetti inquinanti perl’ambiente: è quanto stabilito con una legge, la prima in Italia di questo genere, in Consiglio provinciale. 

Palloncini in cielo in Trentino: il provvedimento 

La norma modifica il testo unico provinciale sulla tutela dell’ambiente dagli inquinamenti del 1987 introducendo il divieto di rilascio di “dispositivi aerostatici come palloncini e lanterne“. Questo perché, come ha spiegato il consigliere di Fratelli d’Italia Claudio Cia, primo firmatario del testo, pur rilasciandoli in Trentino i palloncini volano per chilometri arrivando nei boschi, nei laghi e nei mari.

Dato che il numero delle particelle per chilometro quadrato di plastiche sta aumentando esponenzialmente e in Europa ogni anno sono generati quasi 26 milioni di tonnellate di rifiuti, dei quali solo il 30% è soggetto a riciclaggio, è dunque necessario ridurre la quantità di rifiuti plastici che si disperdono nell’ambiente e lo danneggiano. 

Palloncini in cielo in Trentino: le critiche al provvedimento

Accanto alla soddisfazioni di alcuni membri del Consiglio non sono mancate le polemiche. “Con queste cavolate stiamo stracciando l’autonomia“, ha affermato il consigliere provinciale Michele Dallapiccola (Patt). Anche il consigliere di Azione Ugo Rossi ha sottolineato come il tempo potebbe essere impegato in altre questioni: “Il Trentino all’avanguardia sui palloncini e lascio al giudizio di tutti valutare il peso e l’importanza di questo primato“.

Nel dibattito in aula c’è anche stato chi ha fatto un confronto tra palloncini e preservativi.

Quelli si buttano nel cesso, anche quelli inquinano“, ha tuonato un consigliere. Cia ha risposto che almeno sul territorio trentino, con questa proposta, si dà un contributo al contrasto all’inquinamento secondo la logica che i piccoli passi permettono poi di realizzare i lunghi percorsi. La Provincia Autonoma, ha aggiunto, è la prima in Italia a fare una proposta di questo tipo e l’Alto Adige sembra abbia intenzione di imitarla “invertendo per una volta il trend che vede noi seguire a ruota i cugini altoatesini”. 

La legge è comunque passata a larga maggioranza anche se il centrodestra non l’ha votata compattamente. Tra gli astenuti anche membri di Forza Italia.

Palloncini in cielo in Trentino: chi viene punito

Per evitare che venga punito anche un bambino che il palloncino lo lascia volare via per sbaglio, si è proposto un emendamento che esplicita la sanzione soltanto a chi libera volontariamente i dispositivi aerostatici

Contents.media
Ultima ora