×

Recita di Natale vietata ad Ancona: il commento di Meloni e Salvini

I leader della coalizione di centrodestra hanno duramente criticato la decisione di un asilo di Ancona di vietare la recita di Natale.

recita natale ancona meloni salvini
recita natale ancona meloni salvini

È polemica per la decisione di un asilo di Maiolati Spontini, in provincia di Ancona, di vietare la tradizionale recita di Natale per rispettare il credo religioso di tutti i bambini presenti nella scuola d’infanzia “Gianni Rodari”, che al 10% non sono di fede cattolica. A scagliarsi contro la decisione degli insegnanti sono stati anche diversi esponenti del mondo politico, a cominciare dai due volti simbolo della coalizione di centrodestra.

I commenti di Meloni e Salvini

Giorgia Meloni, in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, ha accusato i dirigenti scolastici di “fanatismo ideologico” che li ha spinti a “censurare ogni simbolo e tradizione della nostra cultura”. Sarebbe questa la vera ragione dello stop alla recita di Natale in provincia di Ancona, non i bambini offesi. “Prima era ‘discriminatorio’ il crocifisso, poi il presepe, ora le recite di Natale”, scrive la leader di Fratelli d’Italia.

Le ha fatto eco il leader della Lega Matteo Salvini che domanda: “Come si fa a essere così scemi? Giù le mani dai bambini e dal Natale”.

La bufala

Con un comunicato ufficiale, la presidente dell’istituto ha annunciato che la notizia non corrisponde a verità, assicurando che “la recita di Natale si farà“.

Non sono chiari i motivi per i quali la fake news si sia diffusa con conseguenti ripercussioni anche sul buon nome della scuola interessata.

Stop alla recita di Natale ad Ancona

Non solo i politici, ma anche molti cittadini della provincia di Ancona hanno espresso non poche perplessità sulla questione. Secondo una madre sono proprio queste decisioni ad accrescere l’odio e la tensione all’interno della comunità. Altri cittadini sostengono che “una notizia così allontana culture e religioni diverse“. “Questa è l’integrazione che fa crescere il razzismo”, concorda Aldo Cursi, ex consigliere comunale di Maiolati Spontini. L’amministrazione comunale ha fatto sapere che si dichiarerà contraria all’iniziativa durante la riunione della giunta del prossimo 18 novembre..

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

2
Scrivi un commento

1000
2 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
2 Commentatori
più recenti più vecchi
Paolo

Mi capitò anni fa, ad un convegno, di ascoltare l’on. Mario Mauro. Raccontò che il figlio frequentava una scuola statale in cui erano sorti problemi per la festa di Natale; sapete com’è, gli stranieri si possono offendere, o come accade spesso, ed era questo il caso, certi professori ne prendono generosamente le difese prima ancora che lo facciano: un classico negli ultimi anni. Comunque, un vicino di casa dell’onorevole, musulmano, aveva il figlio nella stessa classe. L’anno dopo il vicino iscrisse il figlio in un’altra scuola. L’on. Mauro, quando venne a saperlo, gli chiese stupito: “Ma tu sei musulmano e… Leggi il resto »

andy2019

Una persona senza identita’ non e’ in grado di capire o difendere l’identita’ altrui. L’Italia del nichilismo e delle tribu’.


Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche