×

Consultazioni, le parole di Conte: “Nessun rammarico, guardiamo al futuro”

Il premier uscente Giuseppe Conte ha affermato di non essere rammaricato dell'incarico affidato a Mario Draghi: "Dobbiamo guardare sempre al futuro".

È un Giuseppe Conte sereno quello che i giornalisti hanno incontrato all’uscita delle consultazioni del M5s con il premier incaricato Mario Draghi. Ai microfoni Conte ha infatti spiegato di non essere rammaricato della situazione attuale, auspicando al contempo una veloce risoluzione dello stallo istituzionale affinché possano venire affrontati i problemi più urgenti del Paese.

Nelle ultime ore infatti, il Movimento ha decisamente ammorbidito la sua linea su un ipotetico esecutivo guidato da Draghi rispetto alle prime dichiarazioni.

Consultazioni, le parole di Giuseppe Conte

Terminate le consultazioni tra Draghi e i pentastellati, il premier uscente ha dichiarato alla stampa: “Dobbiamo guardare sempre al futuro, al bene dell’Italia. Quindi nessun rammarico, auguriamoci che si creino le condizioni affinché il Paese possa essere messo in sicurezza al più presto”.

Conte ha poi precisato come al momento l’unica priorità sia il futuro del Paese e dei suoi cittadini duramente provati dalla situazione di crisi conseguente all’emergenza sanitaria: “Viste le urgenze del Paese i sentimenti personali non hanno alcun rilievo. Non guardiamo ai destini personali ma al bene dei cittadini che c’è tanta sofferenza in giro”.

Le parole di Conte sono peraltro un degno seguito delle dichiarazioni fatte al momento della nomina di Draghi come premier incaricato qualche giorno fa, in cui aveva affermato di non voler essere di intralcio alla formazione di un nuovo governo: “In queste ore qualcuno mi descrive come un ostacolo alla formazione della nuova esperienza di Governo, evidentemente non mi conosce o parla in mala fede.

[…] I sabotatori cerchiamoli altrove, io ho sempre lavorato per il bene del Paese e continuerò a farlo. Spero che si possa formare un nuovo Governo che risolva le urgenze sul piano sanitario, economico e sociale, per l’interesse dei cittadini e per il bene del Paese”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora