×

Previsioni meteo per Ferragosto, vacanze a rischio: instabilità e maltempo

Gran parte d'Italia potrebbe essere interessata da precipitazioni e instabilità durante la giornata di Ferragosto: i dettagli delle previsioni del meteo.

Meteo Ferragosto

Stando alle previsioni meteo, con ogni probabilità la giornata di Ferragosto sarà caratterizzata da maltempo e instabilità soprattutto al settentrione: le precipitazioni potrebbero però riguardare anche il resto d’Italia, con le correnti atlantiche che potrebbero bucare ulteriormente il campo di alta pressione.

Previsioni meteo Ferragosto: Italia divisa

Già durante la prima decade del mese il Nord sarà riguardato dal rischio concreto di temporali, nubifragi e grandinate con temperature inferiori alla media stagionale. Il tutto causato dalla presenza di un flusso atlantico in grado di pilotare vortici ciclonici colmi di aria fresca e instabile verso l’Europa Centrale e dunque anche verso la nostra penisola.

Vacanze a rischio dunque per chi ha scelto di trascorrerle lungo il versante alpino e in generale nelle regioni settentrionali, che almeno nei primi dieci giorni di agosto dovrà fare i conti con tempo instabile e disturbi temporaleschi all’ordine del giorno.

Discorso diverso per il centro-sud, dove permane l’anticiclone africano che continua ad essere responsabile dell’invio di masse di aria molto calde e umide. E’ un’Italia spaccata in due dunque quella del primo periodo di agosto, con il settentrione disturbato da piogge e grandine e con le aree centrali e meridionali dove splende quasi ovunque il sole.

Previsioni meteo Ferragosto: rischio precipitazioni

Verso Ferragosto però la situazione potrebbe cambiare e le precipitazioni potrebbero diffondersi anche nel resto dell’Italia, con le correnti atlantiche che potrebbero bucare il campo di alta pressione e imporsi anche sul Centro-Sud.

Le temperature dovrebbero quindi subire un ribasso e riportarsi entro le medie stagionali.

Previsioni meteo Ferragosto: la seconda parte del mese

Ancora incerto invece il meteo della seconda parte del mese, anche se le tendenze mostrano una possibile risalita dei valori termici nell’Italia centro-meridionale e sulle due Isole maggiori. Il tutto a causa di una nuova inesorabile avanzata dell’anticiclone africano che piloterà correnti roventi dall’interno del Sahara fino al bacino del Mediterraneo.

Contents.media
Ultima ora