×

Russia, 152 pezzi di metallo nello stomaco di una donna

Nello stomaco di una donna, in Russia, sono stati trovati ben 152 pezzi di metallo. Lei stessa ha detto di averli ingoiati per combattere l’anemia.

default featured image 3 1200x900 768x576

Shock in Russia, dove nello stomaco di una donna, una pensionata di 74 anni, grazie ai raggi X sono stati trovati dei pezzi metallici, addirittura 152. E’ successo nella regione di Buriazia, nella Siberia centro-meridionale, sulla costa orientale del lago Bajkal.

Radiografia

Nel corpo della signora, della quale si conosce solo il nome, Nina, è stata trovata una miriade di oggetti diversi – oltre che impensabili – del peso di oltre un chilo: chiodi, bulloni, viti, pezzi di ferro usati in ambito edilizio lunghi anche 15 centimetri, un fermo per la porta e persino una catenina d’argento, ha riferito il chirurgo che l’ha operata, Bulat Shobolov.

Alcuni di questi oggetti sono stati già estratti mediante intervento chirurgico, dopo che la donna era stata ricoverata all’Ospedale Regionale della Repubblica di Semashko nella città di Ulan-Ude – a circa 100 chilometri a sud-est del lago Bajkal – con febbre alta e per anemia. Ciò che è stato estratto dal suo stomaco, è stato conservato e poi riconsegnato ai parenti della donna.

Oggetti presenti da tempo

Chiodi

I medici hanno notato che alcuni pezzi metallici nel corpo della paziente, erano in stato di ossidazione, il che significava che si trovavano da tempo nello stomaco dell’anziana. Inoltre nessuno di questi oggetti risultava perforato e tutti erano intatti.

Ora la donna operata in Russia, che comunque non aveva gravi ferite allo stomaco e alla gola, si trova nel reparto di rianimazione. E’ cosciente e ha detto di aver ingoiato tutti quei pezzi di metallo, perchè pensava l’avrebbero aiutata a supplire alla carenza di ferro di cui soffriva in quanto anemica. Questa versione è stata confermata dai parenti, ma l’ospedale non ha voluto riferire nulla “per motivi etici” di privacy della persona in cura.

I medici hanno spiegato ai media locali che la paziente ha iniziato ad ingoiare metallo circa 14 anni fa e che “Nessuno a parte lei sa da quanto tempo questi oggetti le si trovano dentro”. La signora non è in pericolo di vita e il personale ospedaliero si sta occupando di lei.

I precedenti

Strani ritrovamenti

Si sono avuti casi dello stesso tipo. Per esempio nel novembre scorso, in India, dallo stomaco di un uomo di 35 anni di nome Maksud Khan sono stati estratti centinaia di oggetti metallici complessivamente per 7 chilogrammi: includevano monete, chiodi, lamette da barba, 15 centimetri di ferro da griglia, oltre a frammenti di vetro e pietre. Per tre mesi l’uomo ha lamentato dolori di stomaco, finchè non ha deciso di farsi ricoverare e un’endoscopia ha permesso la sconcertante scoperta.

Le condizioni del paziente erano più gravi di quelle della donna che vive in Russia di cui abbiamo parlato precedentemente, poichè alcuni chiodi gli avevano bucato lo stomaco, provocando sanguinamento.

Sembra che l’uomo avesse iniziato ad ingoiare oggetti di metallo da un anno, perchè soffriva di depressione: aveva lavorato come autista di risciò a tre ruote e ha riferito di aver iniziato ad ingoiare le monete che i suoi clienti gli davano.

Sempre in India un caso analogo si era verificato nel 2015, nel Punjab: protagonista della vicenda un contadino che a sua volta soffriva di depressione – un medico indiano che è stato interpellato sull’argomento, ha riferito che talvolta chi è in particolari condizioni psicologiche ingerisce “cose insolite” -.

Contents.media
Ultima ora