×

Salmo contro Alessandra Amoroso, la replica: “Non ho capito cosa devo spiegare?”

Salmo ha replicato contro Fedez e, a seguire, contro Alessandra Amoroso, che come altri si era scagliata contro di lui per il suo concerto a Olbia.

Salmo

Dopo aver replicato contro Fedez e aver risposto alle polemiche per il suo concerto a “sorpresa” a Olbia, Salmo ha risposto anche contro la cantante Alessandra Amoroso, che si era scagliata contro di lui tramite social.

Salmo contro Alessandra Amoroso

Attraverso i social Salmo ha spiegato perché si è detto convinto delle sue ragioni nell’aver organizzato un concerto a sorpresa nel pieno centro della sua città natale, Olbia, dove tante persone si sono accalcate sotto il palco in barba alle misure di sicurezza per l’emergenza Coronavirus. Ad attaccare il rapper anche tanti colleghi, tra cui Fedez (a cui Salmo ha replicato via social) e Alessandra Amoroso, che in un primo momento – tramite social – sembrava essere entusiasta dell’idea di Salmo (che ha organizzato il concerto con finalità benefiche verso la Sardegna).

Alessandra Amoroso aveva postato un emotico a forma di “applauso” per lodare l’iniziativa benefica di Salmo e a seguire, dopo che le immagini del suo concerto hanno fatto il giro dei social, ha criticato apertamente quanto accaduto scrivendo: “Se la tua serata aveva l’intento di una raccolta fondi (giustamente per la tua regione) e per dare voce al nostro settore, ci tengo a dirti che qualcosa è andato davvero storto.

Nel rispetto di tante persone credo sia opportuna una tua spiegazione. Grazie”.

Salmo allora ha postato entrambi i messaggi della cantante nelle sue stories, e a sua volta ha scritto: “Ne ho anche per te, Alessandra. Tutto bene? Vorrei la tua di spiegazione“. Alessandra Amoroso a sua volta ha risposto: “Tutto benissimo, grazie! Non ho capito cosa devo spiegare?! Mi sfugge. L’intento era nobile, la riuscita meno. Questo è il mio pensiero!“.

Salmo contro Fedez: le polemiche

Nei giorni scorsi anche Fedez aveva tuonato via social contro l’evento organizzato dal cantante in barba alle misure di sicurezze e inoltre aveva sottolineato come Salmo non avesse aderito a nessuna delle sue iniziative benefiche nonostante gli fossero state proposte così come anche ad altri colleghi famosi. Salmo ha replicato attraverso una serie di stories rispondendo in prima persona al rapper: “Se non ho aderito alle tue iniziative, seppur giuste, è perché mi stai sul c***o. E io questa cosa non te l’ho mai nascosta. Però penso tu sia un ottimo politico, ecco perché ti ho chiesto un consiglio su come organizzare una raccolta fondi per la Sardegna, perché sei bravissimo. Però non volevo avere a che fare per niente con te”, ha dichiarato Salmo tramite stories.

Salmo: l’inchiesta

La Procura della Repubblica di Tempio Pausania ha aperto un’inchiesta su quanto accaduto ad Olbia durante il concerto di Salmo mentre il rapper, tramite social, ha comunque difeso quanto accaduto durante il suo concerto. 

“Sapevo benissimo di andare incontro ad una marea di m***a ma non me ne fregava un c***o. Ora che io abbia fatto una c***a è discutibile perché il live è stato fatto sotto una ruota panoramica dove ogni giorno ci saranno almeno 10.000 persone al giorno. Se io fossi andato al corso e mi fossi affacciato dal balcone sarebbe stato uguale. Quindi quali sarebbero le regole che ho violato? La mia idea iniziale era fare una protesta, ho detto delle cose importanti riguardo alle regolette imposte dallo stato ai concerti, che sono patetiche. Perché dentro al concerto ti devi comportare in una certa maniera poi esci e fai il c***o che vuoi”, ha tuonato.

Contents.media
Ultima ora