Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Separazione Sentenza della cassazione conferma addebito al partner con l’amante
Lifestyle

Separazione Sentenza della cassazione conferma addebito al partner con l’amante

Violazione dell'obbligo di fedeltà, così la Cassazione ha motivato la sentenza con cui ha addebitato le spese al coniuge infedele.
Violazione dell'obbligo di fedeltà, così la Cassazione ha motivato la sentenza con cui ha addebitato le spese al coniuge infedele.

Separazione. Violazione dell’obbligo di fedeltà, così la Cassazione ha motivato la sentenza con cui ha addebitato le spese al coniuge infedele.

Le crisi coniugali, sono all’ordine del giorno e ormai i tribunali sono pieni di cause di separazione. In quelle sedi i coniugi tentano davvero di tutto. In molti casi per averla vita, alcuni raccontano particolari e anche situazioni intime e personali.

Una recente sentenza ha condannato a pagare le spese il marito infedele.

La separazione è stata causata dall’infedeltà del marito, scoperta dalla moglie. Questa la motivazione dei giudici della Cassazione.

La moglie aveva scoperto i messaggi dell’amante, consultando il cellulare del marito. Nei tribunali si discute tanto, in quanto i casi di separazione sono basati sempre su chi ha la responsabilità delle crisi.

I giudici attribuiscono le colpe, in base ai comportamenti dei coniugi. L’infedeltà è uno dei motivi che causa una crisi matrimoniale.

Contro la sentenza viene chiesto un riesame, per accertare le reali responsabilità. Secondo alcuni esperti, la sentenza contrasta con le precedenti. Ad esempio c’è da considerare la violazione della privacy, se si spia il partner.

Per questo, chiunque legga messaggi sul telefonino o si introduca in un social network all’insaputa del proprietario commette reato.

I social network in molti casi favoriscono i tradimenti.

Questo è quello che emerge da molte statistiche. Negli ultimi tempi il numero delle denunce fatte alla Polizia Postale, è notevolmente aumentato. Se ad esempio si viola una password si parla di accesso abusivo a un sistema informatico o telematico. Questo reato può essere punibile anche penalmente.

Accedere alla mail, creare un falso account per spiare il partner, sono comportamenti molto diffusi. Nonostante tali comportamenti violino la legge, non possono essere usati come prove. Nella giurisprudenza purtroppo esistono molte contraddizioni.

La questione separazione è davvero molto ingarbugliata e complessa. Le possibili soluzioni sono diverse. Bisogna affidarsi sempre ad un legale esperto innanzitutto. Oppure non tradire sui social, ma preferire i contatti umani a quelli virtuali. Oppure in ultima analisi si può preferire l’amore universale, amando semplicemente tutti o quasi senza legami, nè vincoli, nè separazioni e ipotesi di reato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche