Lotito, Presidente della Lazio da 15 anni
Sport

Lotito, Presidente della Lazio da 15 anni

lotito presidente lazio

Claudio Lotito è entrato nel calcio italiano da perfetto sconosciuto: col tempo ha saputo farsi conoscere, grazie a idee innovative e vittorie.

Sono già trascorsi 15 anni da quando, il 19 Luglio del 2004, Claudio Lotito è diventato il Presidente della Lazio. Si presentò con queste parole: “E’ il più bel giorno della mia vita da imprenditore. Ora darò tutto me stesso”. Di lui si sapeva molto poco: ma i tifosi sapevano ciò che contava per questo lo celebrarono fin da subito. Acquistando la Lazio, Lotito aveva salvato la società dal fallimento.

Oggi è diventato uno degli uomini più potenti dell’intero movimento calcistico italiano. Alla Lazio ha superato Cragnotti e raggiungendo Lenzini è il secondo tra i presidenti più longevi della storia della società biancoceleste (al primo posto c’è Fortunato Ballerini in carica dal 1904 al 1923). Stando a quanto riportato dal sito gianlucadimarzio.com, Claudio Lotito, nato a Roma nel 1957, ha affermato di essere entrato nel calcio per passione, visto che la Lazio è la squadra del suo cuore.

La prima volta che ha messo piede nello spogliatoio ha soppesato le parole: “Ho pensato: ‘mò che je racconto a questi? Je parlo de soldi? Ce li hanno.

Di fama? Ce l’hanno’. Allora ho detto: ‘Da domani voglio 12 gladiatori’. Li ho lasciati credere per un attimo che non sapessi nemmeno che a calcio si gioca in 11, e poi ho spiegato: ‘Il dodicesimo uomo è l’attaccamento alla squadra’”.

Lotito, presidente della Lazio dal 2004

Per Lotito il calcio deve essere “moralizzato e didascalico”. Inoltre, è fedele all’idea che per vincere non basti il fattore tecnico: “Il calcio è un gioco, e il 50% è legato a fattori imponderabili”. E non tutti sono in grado di capirlo: “Il pallone è per tutti. Il calcio è per pochi”.

Celebre nel mondo del calcio per le sue trattative, Lotito ha fatto capire fin da subito che con lui non si scherza: “Pagare moneta, vedere cammello” la sua frase simbolo durante il mercato. Soprannominato Lotirchio perché prendeva i giocatori a parametro zero ha inventato il prestito con diritto di riscatto.

Lotito ha sempre dimostrato di avere le idee chiare. Gli obiettivi devono essere raggiunti mantenendo i bilancio societario in positivo.

“Più spendi, più vinci è un assioma ormai obsoleto”. Il presidente della Lazio è convinto che l’allestimento di una squadra debba rispondere a dei requisiti che vanno oltre l’aspetto economico. Un campione per essere tale deve dare il giusto contributo alla squadra e possedere potenzialità tecnico-fisiche e valori morali. Inoltre, deve essere compatibile con le possibilità economiche del club.

Da presidente della Lazio ha vinto tre Coppe Italia nelle stagioni 2008-2009, 2012-2013 e 2018-2019 e due Supercoppe italiane (2009-2017).

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Alberto Pastori
Nato il 15 Marzo 1984, nel 2007 mi Laureo in Scienze dei Beni Culturali; nel 2011 ho conseguito la Laurea Specialistica in Teoria e Metodi per la "Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Scrivo attivamente dal 2011. Tra le mie collaborazioni: ChiliTV e That's All Trends dove mi occupavo di Cinema e Ultima Voce, in cui mi dedicavo allo Sport. Ho anche lavorato come SEO Copywriter. Attualmente scrivo per Notizie.it.