Mondiali di nuoto 2019, Pellegrini in finale per l’ottava volta
Sport

Mondiali di nuoto 2019, Pellegrini in finale per l’ottava volta

mondiali di nuoto 2019
mondiali di nuoto 2019

Mondiali di nuoto 2019, Federica Pellegrini vince la sua semifinale dei 200 stile libero, bronzo per la Carraro

Federica Pellegrini è l’orgoglio azzurro e trionfa ancora ai mondiali di nuoto 2019, volando in finale per l’ottava volta. Grande successo anche per la Carraro con la sua medaglia di bronzo.

Mondiali di nuoto 2019, successo della Pellegrini

Nei 200 stile libero è la campionessa e primatista mondiale in carica. Con 1’55”14 è la più veloce davanti all’australiana Ariarne Titmus (1’55”36), a Sjonbhan Hughey (con i suoi 1’55”58) e alla svedese Sarah Sjostrom, 1’55”70. La longevità non si fa sentire nella Pellegrini, che ai Mondiali ha conquistato 3 ori 3 argenti e un bronzo, in una carriera da 50 medaglie.

“Sono contenta, non pensavo di essere andata così forte. Sono contenta”, ma aggiunge: “Sarà una finale molto tirata. Mi piace come sto nuotando. E’ stato un cambiamento molto naturale quello che ho fatto nei 200. Non ho fatto grandi cose”. E ancora: “Brava Simona, mi sto preoccupando perché tutti i miei record stanno cambiando”.

Dopo l’oro di Simona Quadarella, arrivano altri successi per l’Italia ai mondiali di nuoto di Gwangju.

La genovese Martina Carraro ha vinto la medaglia di bronzo nei 100 rana con il tempo di 1’06”36. Dietro di lei la statunitense Lilly King e alla russa Yulya Efimova. Così ricorda Ansa. Quindi ha commentato: “Ho pianto di gioia fino a poco fa, sono contentissima, non ho parole”.”Ci ho creduto. L’attesa è stata snervante perché in genere non si gareggia così tardi alle dieci di sera”. Poi le dolci parole e i suoi ringraziamenti: “La dedico alla mia famiglia al mio allenatore a al mio fidanzato”. Con queste parole la nuotatrice genovese ha parlato soddisfatta della sua gara ai microfoni di Rai Sport.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.