×

Striscia la Notizia: insulti razzisti alla nuova velina Mikaela

Tra poco ricomincerà Striscia la notizia e ci saranno due nuove veline sul bancone del tg satirico. Una di loro, Mikaela, ha ricevuto degli insulti razzisti.

razzisti
Striscia la Notizia: insulti razzisti alla nuova velina Mikaela

Striscia la notizia, il tg satirico creato da Antonio Ricci, sta per tornare. Il tg satirico vedrà due nuove veline a ballare sul bancone del tg satirico. Una di loro si chiama Mikaela ed è già oggetto di molti insulti sul web.

Gli insulti a Mikaela

“Torniamo alle origini italiche”. “Il prossimo anno, per favore, due ragazze ariane!”, “La bionda africana…siamo ridicoli”. Sono questi alcuni degli insulti ricevuti da Mikaela, la velina bionda del programma di Striscia. Luca Abete, uno degli inviati del tg satirico, ha postato su Internet, sulla pagina Facebook, le foto delle nuove veline e subito sono piovuti commenti e insulti razzisti nei confronti della velina bionda.

Come da tradizione, le veline di Striscia sono una mora e una bionda. La mora è Shaila Gatta, di 21 anni della provincia di Napoli, mentre la bionda, Mikaela Neaze Silva, di 23 anni, nata a Mosca, suo padre è dell’Angola e la madre è di origine afgane.

La velina bionda, Mikaela, è giunta in Italia quando aveva sei anni, ha sempre studiato danza ed è lei l’oggetto di molti commenti razzisti.

Gli insulti a lei indirizzati sono pochi, rispetto ai 1000 commenti, ma ciò non toglie che siano alquanto pesanti. Molti la accusano di rubare il posto alle italiane (“toglie il posto a una delle nostre ragazze, ne abbiamo di bellissime”) e chi difende l’orgoglio italiano: “Si è persa l’identità nazionale per il politicamente corretto”.

Alcuni commentano facendo riferimento alla razza ariana, alla stirpe e altri ancora pensano sia una questione politica: “Con questa velina negra ogni volta che vedo Striscia darò sempre più ragione a Salvini”.

Le difese verso la velina bionda

Oltre ai commenti e agli insulti, vi sono anche persone che la difendono. Non è la prima non italiana a far parte del mondo della televisione.

Qualcuno tira in ballo la Hunziker e dice: “Della Hunziker (svizzera, ndr) nessuno disse niente perché era bianca” . Altri ancora ricordano molte straniere che hanno trovato il successo in Italia come le gemelle Kessler, Dalida, Ilona Staller, Edwige Fenech e Belen: “Quando il razzismo ostacola persino la passione italiana per le belle figliole vuol dire che abbiamo oltrepassato di brutto la soglia del pericolo”.

Gli apprezzamenti

Molti dei commenti sono anche dei complimenti nei confronti delle due ragazze, per la loro bellezza. Molti, però, puntano il dito sul fatto che Mikaela non sia proprio bionda naturale, ma piuttosto ossigenata. Molti pensano che la produzione del tg satirico avrebbe dovuto scegliere una velina che fosse bionda al naturale e non ossigenata. Qualcuno si dice contento della scelta in quanto non sono taglia 36 o 38, ma rappresentano la normalità delle ragazze di oggi, proprio come commenta un utente: “Mi piacciono! Perché non sono una taglia 38! Sono due belle ragazze con un fisico nella media”.

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Simona Bernini

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.

Leggi anche