×

“Tagliola” politica, cos’è e come funziona il procedimento applicato al voto sul Ddl Zan in Senato

Ddl Zan, sta facendo molto discutere la "tagliola" chiesta da Lega e Fratelli d'Italia e approvata a scrutinio segreto dal senato. Ma come funziona?

Ddl Zan

L’aula del Senato ha bloccato l’iter della proposta Ddl Zan, che era già stata approvata alla Camera, la “tagliola” richiesta da Lega e Fratelli d’Italia è stata approvata e con 154 voti a favore. È stata quindi accolta la richiesta di non passaggio al vaglio degli articoli della proposta di legge.

Ddl Zan e la tagliola, le parole di Alessandro Zan

Alessandro Zan, relatore della proposta di legge, aveva così commentato l’iniziativa dei due partiti di destra: Salvini e Meloni ritirino la proposta di non passare in esame gli articoli del Ddl Zan, tolgano dal tavolo la tagliola con cui vogliono ammazzare la legge”. Zan si è rivolto poi anche al presidente Casellati: “Faccio un appello anche alla presidente del Senato per evitare che si faccia voto segreto su questo.” 

Ddl Zan e la tagliola, l’ipotesi sempre più concreta

Con il passare dei minuti e delle ore l’ipotesi della tagliola si è fatta sempre più concreta, fino a diventare realtà. La reazione di Zan è stata dura, con il deputato padovano che ha scritto sui social che: “È stato tradito un patto politico che voleva far fare al Paese un passo nella civiltà.”

Ddl Zan e la tagliola cosa prevede il Regolamento del Senato

Citando l’articolo 96 del Regolamento del Senato: “Prima che abbia inizio l’esame degli articoli di un disegno di legge, un senatore di ciascun gruppo può avanzare la proposta che non si proceda a tale esame.” Ecco perché con i 154 sì la tagliola è stata approvata bloccando di fatto l’iter per la legge contro l’omotransfobia.

Contents.media
Ultima ora